Pestato in casa per un debito, 24enne di Terracina in ospedale. Un arresto

I fatti nella notte del 13 novembre a Roma dove la vittima si trovava per lavoro; in manette un ragazzo di 26 anni arrestato dalla polizia di Latina nella capitale. Alla base dell’aggressione il mancato pagamento di sostanze stupefacenti

Tentata estorsione, rapina, lesioni pluriaggravate, uso di arma impropria, violazione di domicilio e spaccio di sostanza stupefacente: queste le accuse nei confronti del giovane di 26 anni di origini brasiliane e residente a Roma arrestato nella serata di sabato dalla polizia.

Gli agenti della Questura di Latina, infatti, quella sera hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Roma nei confronti del 26enne considerato il responsabile di una brutale aggressione ai danni di un 24enne di Terracina avvenuta nella notte dello scorso 13 novembre.

A dare input alle indagini della polizia la documentazione medica del pronto soccorso a cui il giovane pontino, che si trovava nella capitale per motivi di lavoro, aveva dovuto fare ricorso dopo il pestaggio che gli aveva causato una frattura delle ossa nasali, l’infrazione di una costola, ferite lacero – contuse sul volto; 30 giorni la prognosi.

Indagini rese non facili, come spiegano dalla Questura pontina, dalla poca collaborazione della vittima che aveva fornito una ricostruzione dei fatti lacunosa e contraddittoria. Ma gli accertamenti da parte degli uomini della Squadra Mobile di Latina, insieme ai colleghi Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina, sono comunque andati avanti permettendo di intraprendere una specifica pista investigativa.

Attraverso alcuni riscontri, infatti, è stato possibile certificare la presenza in casa della vittima del 26enne brasiliano, già noto alle forze dell’ordine e il cui nome di recente era finito in alcune attività info-investigative in ambienti e con personaggi gravitanti nel mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti di Terracina; e ripercorrendo a ritroso le fasi di quella serata gli agenti hanno potuto ricomporre il puzzle di quanto accaduto mettendo il luce le contraddizioni del racconto.

Secondo quanto ricostruito, infatti, il 26enne la notte del 13 novembre dopo essersi introdotto nell’abitazione del giovane terracinese, lo aveva aggredito. Alla base del violento pestaggio, stando a quanto emerso, il tentativo del ragazzo brasiliano di rientrare in possesso di una somma di denaro che gli era dovuta dalla vittima presumibilmente per il mancato pagamento di sostanze stupefacenti.

“I fatti trovavano ulteriore riscontro a seguito proprio dell’arresto, durante le cui fasi gli agenti rinvenivano e sottoponevano a sequestro una ventina di dosi di cocaina preconfezionate, nonché tutto l’occorrente per il confezionamento delle stesse tra cui un bilancino elettronico di precisione” si legge in una nota della Questura.

Dopo l’arresto e le formalità di rito, il 26enne è stato portato Casa Circondariale di Roma Regina Coeli. 


 

Potrebbe interessarti

  • Tiziano Ferro, prima foto social insieme al marito Victor Allen

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Ponza su Rai5: la perla del Tirreno rivive tra le immagini e i racconti degli isolani

  • Aprilia, in moto la macchina organizzativa per la Festa di San Michele Arcangelo

I più letti della settimana

  • Terracina: cadavere di un uomo affiora nelle acque del canale

  • Formia, malore dopo l'intervento di bendaggio gastrico: muore a 33 anni

  • Ritrovato il cadavere di un uomo in un'azienda su via dei Monti Lepini

  • Priverno, si sente male mentre lavora nel cantiere: muore un operaio di 38 anni

  • Meteo, quando ci lascia il caldo torrido? Le previsioni per la fine di agosto

  • Malviventi in azione a Cisterna e Latina: nel mirino due farmacie

Torna su
LatinaToday è in caricamento