Pestaggio in Piazza San Marco: due minorenni finiscono in ospedale

Sull'inquietante episodio sono in corso le indagini della squadra mobile di Latina, che ieri hanno raccolto le prime testimonianze

Una violenta rissa si è scatenata sabato sera in Piazza San Marco, in pieno centro cittadino. Coinvolti gruppi di minorenni. Due ragazzini tra i 13 e i 14 anni hanno avuto la peggio e sono finiti in ospedale, con una prognosi di 20 giorni. Si tratta di due fratelli, che sono stati immiediatamente soccorsi da un'ambulanza. All'origine della lite ci sarebbero futivili motivi 

I passanti hanno poi lanciato l'allarme al 113 e la piazza è stata raggiunta dalle pattuglie della squadra volante, che hanno raccolto le prime testimonianze dei presenti. L'episodio è avvenuto davanti alla chiesa e non si tratta della prima volta. Il sospetto è che la piazza sia frequentata la sera da una baby gang. 

Le indagini sull'episodio sono seguite dalla Squadra mobile, che sta cercando di risalire al gruppo dei rsponsabili.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pestaggio in strada: vittima un 36enne di Latina. Caccia agli aggressori

  • Cronaca

    Trasporto pubblico, il Consiglio di Stato boccia definitivamente il ricorso di Schiaffini

  • Cronaca

    Polizia in zona pub, rifiuta il drug test e chiama il suo avvocato: lui arriva ubriaco

  • Cronaca

    Sabaudia, maltrattava moglie e figli: condannato a due anni e tre mesi

I più letti della settimana

  • Cisterna, insulti dai genitori. Il capitano 17enne interrompe la partita: “Fateci giocare in pace”

  • Polizia in zona pub, rifiuta il drug test e chiama il suo avvocato: lui arriva ubriaco

  • Operazione San Valentino, banda dei furti in villa in manette: i nomi degli arrestati

  • Parco dei Monti Aurunci, straordinario avvistamento di un gatto selvatico

  • Carni invase dalla muffa nella cella frigorifera: caseificio aziendale chiuso dai Nas

  • Latina, sgominata la banda dei furti in villa: dieci arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento