Bastonate al nonno per soldi: il giudice lo lascia in carcere

Il 39enne arrestato dalla polizia tre giorni fa si è difeso davanti al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario nel corso dell'interrogatorio di convalida

Al culmine di una discussione aveva colpito con violenza il nonno con un bastone ed era stato arrestato. Tutto per farsi dare dei soldi. L'episodio si era consumato tre giorni fa in località Casotto a Fondi, dove un 39enne ha dato in escandescenze perché il povero anziano non voleva cedere alla sua richiesta di denaro. 

A finire in manette un uomo di 39 anni, bloccato dagli agenti del commissariato di Formia e arrestato. Questa mattina si è svolto l'interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario che ha deciso di convalidare l'arresto e lasciarlo in carcere. L'uomo ha parlato davanti al giudice spiegando che tra i due c'era stata una discussione. 

Quella sera il 39enne, in preda all'acol, aveva afferrato il bastone che in nonno usava per aiutarsi a camminare, colpendolo alla testa e alla gambe e ferendo anche il padre che aveva provato a bloccarlo. Poi aveva cercarlo di colpirli con un blocco di cemento, per fortuna senza riuscirci. 

Poi l'arresto, con le accuse di tentata rapina, estorsione e lesioni aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento