Maltempo e danni, il Consorzio di Bonifica taglia gli alberi pericolanti a Mazzocchio

Interventi anche a Borgo Hermada. Ma ogni pianta abbattuta sarà sostituita

Un nuovo intervento è stato pianificato dal Consorzio di Bonifica dell'Agro pontino. Obiettivo: scongiurare pericolose e drammatiche conseguenze in caso di maltempo, come quelle che si sono verificate, in particolare a Terracina, causando danni al patrimonio edilizio e prodottivo e perfino la perdita di vite umane. 

Nei prossimi giorni il Consorzio procederà all'abbattimento dei pini che delimitano l'impianto idrovoro di Mazzocchio, dove spesso il Consorzio ospita scolaresche in gita d'istruzione. Un'operazione non più rinviabile, già autorizzata dal Comune di Pontinia e la cui opportunità è stata certificata dalla perizia di un tecnico agro-forestale che, nella relazione, ha evidenziato il precario stato di salute degli alberi e la pericolosa inclinazione delle chiome.

Per mantenere inalterato l'assetto ambientale del sito ed evitare il depauperamento del contesto naturale di Mazzocchio, il Consorzio ha già disposto la piantumazione di nuovi alberi, dalle radici più stabili e profonde come querce e lecci, che andranno a rimpiazzare quelli destinati all'abbattimento. Analoghi interventi, seppur con un impatto ambientale più limitato, saranno eseguiti anche a Terracina, sia presso la struttura operativa di Ponte Maggiore, sia nei due siti di Borgo Hermada, con appena mezza dozzina di abbattimenti e una poderosa potatura di acacie e pioppi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento