Ponza, feste nella struttura abusiva: nuova ordinanza di chiusura

Il sindaco Vigorelli ha emanato un nuovo provvedimento contro il Frontone Village, dopo aver negato l'autorizzazione all'esercizio: "Manca l'agibilità e l'idoneità igienico-sanitaria"

Una nuova ordinanza di chiusura e una denuncia penale. Il Comune di Ponza, per scelta del neosindaco Piero Vigorelli, decide la linea dura contro lo Sporting club Frontone, la struttura realizzata in una delle aree più belle dell'isola. “L’attività di impresa non ha il necessario titolo di agibilità e ogni altra certificazione igienico-sanitaria” evidenzia il primo cittadino nell'ultima ordinanza emessa.

Il nuovo provvedimento amministrativo del sindaco Vigorelli e la denuncia penale sono la risposta dell'amministrazione alle due feste svolte presso la struttura, il 9 e 14 agosto, nonostante il Comune avesse negato l'autorizzazione all'esercizio. Lo svolgimento di feste con centinaia di persone crerebbe gravi problemi per l'intervento in caso di emergenza.

Nella nuova ordinanza il sindaco sottolinea come da marzo a oggi ci siano stati diversi controlli, dai quali è emerso che “tutta l’area dello Sporting Frontone risulta dagli atti d’ufficio totalmente abusiva”. Inevitabile quindi la nuova disposizione a cessare immediatamente le attività in essere o programmate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento