Pranzo di Natale per i poveri, Valore Donna chiede aiuto ai cittadini

Sabato 20 dicembre presso il centro anziani l'associazione organizza una raccolta di generi alimentari; il pranzo sarà distribuito dai volontari il 25 dicembre direttamente ai domicili delle famiglie che hanno fatto richiesta

Un pranzo di Natale anche per i poveri. E’ l’iniziativa organizzata dall’associazione Valore Donna che per sabato 20 dicembre ha in programma una raccolta di generi alimentari che poi serviranno per comporre il pranzo che sarà distribuito il giorno di Natale alle 20 famiglie che finora hanno fatto richiesta all'associazione e che, altrimenti, non potrebbero festeggiare l'importante ricorrenza.

“Il 25 dicembre, tra le 10 e le 12, il pranzo sarò distribuito dai volontari direttamente ai domicili delle famiglie. Non si tratterà dunque di un pranzo collettivo. Restando al riparo delle mura domestiche, molte più persone si fanno avanti per ricevere l'aiuto necessario – spiega Valentina Pappacena, presidente di Valore Donna – Inoltre è anche un modo bello per consentire alle famiglie di stare bene in casa con i propri cari, nonostante tutto”.

La raccolta alimentare per il pranzo di Natale si terrà presso piazza del Popolo. L'appuntamento è per le 11, ma già dalle 9.30 ci saranno volontari disponibili a ricevere le donazioni per tutto l'arco della giornata, senza interruzioni. Si invitano tutti i cittadini a contribuire.

“Saranno accettati - spiegano dall’associazione - sia gli ingredienti per la preparazione del menu, sia offerte in denaro per completare i pasti con le eventuali pietanze mancanti. Si accettano anche cibi già preparati, che i volontari dell'associazione provvederanno a cucinare o a congelare perché possano essere distribuiti pronti al consumo. Il menu di Natale sarà composto da: lasagna al sugo di pomodoro classica; carne come secondo piatto; verdure per contorno e dolce finale, che potranno essere sia i classici di Natale (pandoro, panettone, etc), sia d'altro genere (crostate, ciambelloni, etc)W.

Dei 20 nuclei familiari che si sono già prenotati per ricevere il pranzo di Natale, 18 sono di italiani residenti a Latina e sono composti dalle 3 alle 6 persone. Le due famiglie di nazionalità estera sono composte l'una da una donna sola, già seguita da diversi anni dall'associazione, e l'altra da una coppia di genitori con una bambina affetta dalla sindrome di Down, peraltro operata al cuore alla nascita. Anche in quest'ultimo caso l'associazione si prende cura da tempo della famiglia, raccogliendo latte per alimentare la piccola.

Venti famiglie sono tante, ma non sono neanche tutte quelle presenti sul territorio di Latina che hanno un costante bisogno di aiuto. Questo dato sociale impone quindi anche una riflessione politica – afferma Pappacena – La nostra iniziativa dovrebbe essere valutata anche dall'amministrazione comunale come intervento da attuare nei confronti delle famiglie disagiate. Tutti i giorni il Comune dovrebbe ricordarsi delle persone meno abbienti della nostra città, eppure continuano ad esistere troppi casi di persone lasciate a se stesse, e non soltanto durante le festività”.
In occasione della raccolta alimentare in programma sabato 20 dicembre, si accetteranno anche ulteriori prenotazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento