Premio Comel Vanna Migliorin 2014, grande attesa per il nome del vincitore

In corso le votazioni per nominare l'artista preferito dalla giuria dei critici, che sarà comunicato sabato 5 aprile alle 18, e l'opera più amata dai visitatori, con la premiazione in programma per sabato 12 aprile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

C'è fermento presso la galleria d'arte Spazio Comel dove si sta svolgendo il Premio Come Vanna Migliorin 2014.

Una terza edizione internazionale aperta con un bando europeo e che ha visto una ricca partecipazione di artisti e forme espressive. Unico motivo obbligato l'utilizzo dell'alluminio, come richiesto dal bando. Tredici le opere selezionate. Le votazioni sono in corso e mancano pochissimi giorni per conoscere l'artista più votato dalla giuria dei critici (la comunicazione ufficiale avverrà sabato 5 aprile alle 18) e l'opera più amata dai visitatori (evento previsto per sabato 12 aprile ore 18).

Nel primo caso, alla soddisfazione personale si aggiunge un premio in denaro, tuttavia anche l'approvazione del pubblico può rappresentare uno stimolo prezioso per chi si occupa di arte, se non altro per l'empatia che può scaturire ancora verso i messaggi artistici, apparentemente non proprio tra le priorità comuni.

Le opere si votano compilando un cartoncino precompilato sul quale si devono esprimere tre preferenze; si ricorda che l'ingresso è libero per tutti gli eventi dello Spazio, così come sono gratuite le esposizioni per gli artisti.

In attesa di sapere il vincitore assoluto vale la pena conoscere la giuria di quest'anno. Il presidente è Giorgio Agnisola, critico d'arte e saggista. Tra l'altro, collabora con il quotidiano Avvenire, sezione cultura; si occupa del rapporto tra letteratura, arte e psicologia; è membro dell'associazione Internazionale Critici d'arte e della Société Internationale di Psychopathologie de l'Expression. Ha promosso mostre di rilievo internazionale ed è consulente della Cei per l'arte sacra contemporanea. Insegna Arte sacra presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale.

Marcello Carlino è ricercatore di Storia della Critica Letteraria presso La Sapienza di Roma; è esperto di letteratura del '900 ed in particolare di sperimentalismo e avanguardie. Tra i suoi interessi principali, la relazione tra letteratura e arti visive. A questo proposito, il suo ultimo libro è 'Gli scrittori italiani e la pittura' (2011).

Augusto Pieroni, docente di Storia e Critica della Fotografia presso l'Università della Tuscia e l'università La Sapienza di Roma. Specializzato nelle arti fotografiche, giornalista, saggista, curatore di mostre internazionali, conduce masterclass e workshop in tutta Italia.

Agnès Martin è direttrice e fondatrice della Saint Stephen's School di Roma, nota scuola della capitale che valorizza talenti culturali e da cui provengono numerosi artisti famosi.

Maria Gabriella Mazzola, imprenditrice dell'azienda CO.ME.L. di Latina e promotrice del Premio, insieme al fratello Adriano. Continua la testimonianza di mecenatismo artistico, iniziato dalla mamma, la signora Vanna Migliorin (una delle prime imprenditrici italiane) a cui il premio è intitolato.

Presente anche un comitato tecnico organizzativo che coordina l'evento: Annalisa Lazzarotto, art designer, Marianna Cozzuto, curatrice di eventi artistici, Elizabeth Genovesi, titolare di ARTROM Network di Roma, Rosa Manauzzi, scrittrice, giornalista e promotrice culturale.

I tredici artisti finalisti sono: Belletti Marcella (Ravenna), Bonsangue Giuseppina (Napoli), Caputi Gianluca (Roma), Cianciullo Vincenzo e Magagnini Giulia (Campobasso), Corsucci Umberto (Rimini), Dardanelli Mariagrazia (Roma), Deodato Pino (Milano), Emmequadro (Crema), Ferrari Andrea (Massa), Novarese Irina (Berlino, Germania), Perna Lucio (Milano), Stasczak Michal (Wroclaw, Polonia), Vignapiano Matteo (Italia/Francia).

Info: www.premiocomel.it

Orari di visita: Spazio COMEL, via Neghelli 68, Latina, da martedì a domenica ore 17.30-20

Torna su
LatinaToday è in caricamento