Processo Everest, condannati in 5 per spaccio. L'arresto un anno fa

Erano finiti in manette nel febbraio del 2011 nell'ambito di un'operazione condotta dagli uomini della Squadra Mobile di Latina scattata in seguito alla denuncia di una mamma

Cinque le condanne emesse ieri nell’ambito del processo "Everest". L’operazione nel febbraio dello scorso anno aveva portato all’arresto di alcuni giovani della provincia pontina, tutti accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Allora l’indagine era partita in seguito alla denuncia di una madre stanca di vedere suo figlio coinvolto nel giro e subire continue pressione per i debiti di droga.

E ieri il giudice ha emesso le prime condanne. La pena più alta è stata inflitta a Filippo Vecchio, condannato a 4 anni di reclusione e ad una multa di 18mila euro, mentre 2 anni e 10 mesi sono stati inflitti a Matteo Papa oltre che 14mila euro di multa.

Cinque mesi con la sospensione della pena, e 2666 euro di multa per Francesco Ricci e Armando Dervishi. I quattro hanno tutti optato per il rito abbreviato, godendo così della riduzione di un terzo della pena, mentre Andrea Carpentieri ha deciso di patteggiare a un anno e 2 mesi; dovrà pagare anche 2200 euro di multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

Torna su
LatinaToday è in caricamento