Plus, un “nuovo” litorale per Latina: la presentazione ai cittadini

Incontro pubblico ieri sera in piazza del Popolo con il sindaco di Latina per illustrare i risultati dei primi interventi per la riqualificazione del litorale. Sul palco anche il presidente della Regione Zingaretti

Il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi e il presidente della Regione Lazio, Zingaretti

“A due anni dalla presentazione all’Hotel Tirreno dei progetti e della nostra nuova idea di città, oggi siamo qui ad illustrare i risultati che abbiamo ottenuto con il Plus, perché basta andare verso il lungomare per vedere i cantieri aperti che stanno a significare che quegli stessi progetti si stanno concretizzando”.

Con queste parole ieri sera in piazza del Popolo il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi ha aperto l’incontro pubblico per illustrare i risultati dei primi interventi per la riqualificazione del litorale, i lavori del “Piano Locale e Urbano di Sviluppo” - 21 i progetti in totale -, realizzato con i fondi della Comunità Europea e la collaborazione della Regione Lazio.

Con lui sul palco per spiegare ai cittadini come la Marina di Latina cambierà il suo volto anche gli assessori all’Ambiente Fabrizio Cirilli, ai Lavori Pubblici Giuseppe Di Rubbo, al Commercio Angelo Tripodi e al Turismo Gianluca Di Cocco. Ospite d’eccezione il presidente della Regione Zingaretti con due membri della sua giunta, l’assessore all’Agricoltura Sonia Ricci e e allo Sviluppo Economico Guido Fabiani.

“Quella del Plus è per noi una sfida - ha spiegato il primo cittadino - che non solo ci permetterà di crescere, ma è soprattutto una sfida culturale che vedrà la città diventare un tutt’uno con la Marina. Grazie a questo piano possiamo guardare al futuro e alla qualità della vita della nostra città concentrandoci sull’ambiente, sull’economia del mare e sul turismo, ma anche sulla vivibilità e sulla socialità aggregativa del lungomare”.

“Il nostro obiettivo era proprio quello di creare un nuovo lungomare che fosse un tutt’uno con il centro della città, e ora dopo decenni di chiacchiere, dove non si è mai investito per la Marina di Latina, ci stiamo riuscendo. Quello a cui stiamo assistendo è una in innanzitutto una trasformazione culturale, perché per noi che non ci sentiamo cittadini di mare, vivere il mare è una trasformazione culturale. Ma è un cambiamento che passa anche attraverso le infrastrutture, attraverso una nuova mobilità sostenibile, e che potrà creare opportunità di lavoro. Una trasformazione che dovrà diventare anche attrazione turistica con strutture ricettive di qualità”.

I PROGETTI - Ma in cosa si concretezza il Plus lo ha spiegato poi l’assessore Di Rubbo che nel suo intervento ha illustrato i progetti in fase di realizzazione sul litorale del capoluogo e che dovranno essere conclusi entro il 2016, dalla passeggiata a mare disegnata dall’architetto Portoghesi, “il cuore del Plus che consiste in un percorso che va dalla Casilina fino a Foce Verde di circa 2 chilometri e mezzo con la realizzazione di una pista ciclabile e una pedonale e l’eliminazione dei parcheggi”, al parco attrezzato ludico, ricreativo e sportivo Vasco De Gama.

Ma anche la nuova pubblica illuminazione lungo tutto il tratto da Capoportiere a Foce Verde a risparmio energetico e il raddoppio della pista ciclabile lungo via del Lido - dalla rotatoria della Nascosa fino a Capoportiere - con la realizzazione di un percorso pedonale.

L’assessore Cirilli si è poi soffermato sull’importanza della Bandiera Blu assegnata quest’anno per la prima volta a Latina, e sul lavoro che ha permesso di ottenere l’ambito vessillo e su quanto verrà fatto in futuro. La riqualificazione e il monitoraggio delle acque passerà così attraverso dei sistemi di fitodepurazione lungo la rete dei canali; due gli interventi in programma: la realizzazione di un “ecosistema filtro” a valle del depuratore di Foce Verde e l’impiego di “isole flottanti” a elevata capacità depurativa lungo il Colmata.

L’assessore Tripodi ha invece analizzato gli interventi volti alla valorizzazione dell’aspetto commerciale del litorale pontino che passa attraverso agevolazioni e contributi alle piccole e medie imprese per riqualificare le attività turistiche e attraverso i progetti “Latina da Scoprire” e “Work Experience” con tirocini di inserimento e reinserimento al lavoro in aziende del settore turistico ricettivo, e la formazione del personale all’interno delle strutture. Destagionalizzazione del litorale, sviluppo di un turismo sostenibile e delle politiche per l’accoglienza dei turisti, ma anche potenziamento del wifi, sicurezza della marina attraverso un incremento della videosorveglianza i punti illustrati invece dall’ assessore Di Cocco.

LA REGIONE - “Grazie per l’invito - ha concluso il ciclo di interventi il presidente della Regione Zingaretti -. Mi sento di sottolineare che serate come queste, che danno la possibilità di raccontare lo stato di avanzamento dei lavori, sono importanti non solo che per il merito dei progetti che faranno la città più bella, anche per un nuovo messaggio culturale che le istituzioni vogliono lanciare unite: le cose possono cambiare al di là del disfattismo dei nostri tempi, della perdita della speranza, paura del futuro e della percezione che tanto non può e non cambierà nulla. Si può cambiare, come stiamo tentando di fare, dando dei chiari segnali come Regione anche nella provincia di Latina. C’è la possibilità di far crescere questo territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento