Casale del Giglio e il Progetto Satricum, un orgoglio tutto pontino

E’ il commento del consigliere regionale di Forza Italia al progetto iniziato 35 anni e che ha permesso ad un pezzo importante della nostra storia di tornare a splendere. Sabato il convegno ad Amsterdam

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"Il successo e i risultati ottenuti dall’Azienda Casale del Giglio, mecenate del "Progetto Satricum", deve riempire di orgoglio tutti noi.

La tenacia e la determinazione con cui Antonio Santarelli, Ad di Casale del Giglio, ha investito e sostenuto gli interventi per riportare alla luce l’antica Satricum sono lodevoli sia sul piano imprenditoriale che umano. Grazie a Santarelli l’impresa ha sposato il territorio, si è fatta grande ed è riuscita a diventare lustro per tutta la nostra regione.

Grazie a questo progetto, iniziato oltre 35 anni fa dall'Università di Amsterdam sotto la direzione di Marijke Gnade, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e con il Comune di Latina, un pezzo importante della nostra storia è tornata a splendere.

E la provincia di Latina e il Lazio saliranno sul palcoscenico europeo da protagonisti partecipando al meeting dal titolo "Latium sotto la lente di ingrandimento: mito e realtà” che si svolgerà sabato ad Amsterdam. Si tratta del coronamento di un lungo lavoro che vede fondere il gusto e la cultura del vino e le immense potenzialità dell’agro pontino con l’amore verso la storia e le radici di una intera civiltà. Un esempio di impresa a cui ispirarsi”.

Così in una nota il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone

Torna su
LatinaToday è in caricamento