Tir, sciolti i blocchi ma restano i presidi. Pompe di benzina a secco

Si allenta la tensione nelle proteste degli autotrasportatori. Traffico scorrevole sulle principali strade della provincia. Problemi per l'approvvigionamento di carburante

Il presidio degli autotrasportatori sull'Appia

Autotrasportatori e agricoltori continuano nella loro protesta sulle strade pontine. Seconda giornata di sit-in e manifestazioni in diverse zone della provincia, che deve fare anche i conti con le file ai distributori di benzina, le cui pompe sono già esaurite nella maggior parte dei casi. La tensione va comunque scemando: i camionisti che aderiscono alla protesta hanno recepito l’invito del sindacato Trasportounito-Fiap e hanno sospeso i blocchi stradali.

Restano attivi i presìdi organizzati dagli autotrasportatori, anche se sta diminuendo il numero dei tir fermi presso i blocchi “selettivi” che erano stati creati ad Aprilia, Cisterna, Sezze e Priverno. Prosegue, inoltre, il sit-in sulla Pontina, all'altezza di Borgo San Donato, degli agricoltori appartenenti ai Comitati riuniti agricoli. “Continuano ad arrivare trattori e mezzi - assicura Danilo Calvani, presidente dei Cra - e ne attendiamo altri. L’adesione è già triplicata”. Domani gli agricoltori distribuiranno gratuitamente frutta e ortaggi. “Una volta che avremo ammassato i mezzi - promette Calvani - andremo a Roma”.

Manifestazioni e disagi anche nel sud pontino. Dopo Gaeta, anche a Terracina i pescatori hanno iniziato una mobilitazione contro l’aumento del costo dei carburanti che sta uccidendo il settore. Lo sciopero degli autotrasportatori ha fermato anche il settore del commercio e della distribuzione: il Mercato ortifrutticolo di Fondi oggi è rimasto chiuso per la mancata consegna dei prodotti agricoli.

Problemi, infine, per l’approvvigionamento di carburante in tutta la provincia. Le lunghe file per fare il pieno createsi tra ieri e oggi presso le stazioni di servizio hanno portato allo svuotamento della gran parte delle pompe di rifornimento. “La situazione è abbastanza drammatica - conferma Italo Di Cocco, presidente della Confcommercio di Latina - perché il 90% dei distributori ora è a secco. La speranza è che almeno le stazioni di servizio gestite dalle compagnie vengano rifornite”. La ripresa del servizio di buona parte degli autotrasportatori potrebbe far tornare la situazione alla normalità nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

Torna su
LatinaToday è in caricamento