Raccolta alimentare a Cori, donati oltre un quintale di prodotti

Straordinaria giornata di solidarietà a Giulianello per la prima raccolta alimentare organizzata dall’amministrazione comunale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Una giornata di straordinaria solidarietà da parte dei cittadini di Giulianello all’uscita del Supermercato Carrefour nel corso della prima raccolta alimentare organizzata sul territorio dall’amministrazione comunale di Cori e dall’associazione “Istituto per la Famiglia” Onlus - sez. 405 di Cisterna di Latina.

I volontari in pettorina gialla dell’IPF hanno raccolto 90 Kg di pasta e 40 Kg di scatolame vario (tonno, legumi, pomodoro ecc.).

La farmacia giulianese ha donato un bonus in danaro da spendere all’interno del supermercato, che ha permesso ai volontari di acquistare i prodotti mancanti in colletta. Il proprietario stesso del supermercato, prima di chiudere, ha fatto una sua generosa donazione di prodotti. Il carico va ad aggiungersi al quintale di pasta di alta qualità e ai 70 Kg di pomodoro in scatola fatti recapitare presso i Servizi Sociali di Cori pochi giorni fa dal titolare di un’attività di Cori valle.

Merce che verrà subito messa a disposizione delle famiglie indigenti del territorio secondo quanto previsto dal progetto di raccolta e distribuzione del superfluo promosso dall’assessorato alle Politiche Sociali col sostegno di quello alle Attività Produttive e accolto dall’IPF di Cisterna di Latina e dall’Assocom di Cori e Giulianello.

Secondo le disposizioni recepite da tutte le parti in causa le donazioni raccolte dai volontari dell’IPF Onlus vengono prima custodite nel centro deposito di via Lago Vetere, ex mattatoio comunale, e poi la stessa associazione provvede alla distribuzione del materiale, con particolare attenzione alle famiglie fragili a maggior rischio emarginazione e alle persone senza fissa dimora. Gli aventi diritto sono identificati dai Servizi Sociali, che ne verificano anche l’effettivo stato di bisogno, e in tal modo il Comune fa da garante nei confronti di donatori, beneficiari e Onlus intermediaria.

Le iniziative proseguiranno per tutto il 2013, seguendo questo schema a rete dinamica con partecipazione solidale del mondo profit e non; di soggetti economici, sociali ed istituzionali. I produttori e i commercianti locali, ma anche gli stessi cittadini, saranno chiamati in causa con altre raccolte alimentari presso negozi, market e attività commerciali del territorio. Coloro che vorranno mettere a disposizione dei bisognosi il proprio invenduto o il proprio surplus di spesa potranno anche rivolgersi direttamente allo sportello di via Lago Vetere, a Cori valle, aperto il primo e terzo sabato di ogni mese, a partire da aprile, dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Le donazioni comporteranno anche benefici fiscali, previo rilascio della ricevuta da parte della Onlus, oltre alla possibilità di risparmiare costi e tempi per lo smaltimento dei prodotti. Per maggiori informazioni si può contattare il presidente dell’IPF Mario Rosmelli inviando una email all’indirizzo ipf405@istitutoperlafamiglia.it oppure telefonando al nr. +39.3296219051

Torna su
LatinaToday è in caricamento