Giulianello, raccolta fondi per la ristrutturazione della chiesa di San Giovanni Battista

Staffetta di solidarietà per raccogliere fondi per la ristrutturazione ed al restauro della facciata della storica chiesa, luogo sacro di grande rilevanza storica ed architettonica, ma anche simbolica per tutta la comunità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Partirà il prossimo fine settimana la staffetta di solidarietà organizzata dalla Parrocchia di San Giovanni Battista, a Giulianello, per raccogliere fondi destinati alla ristrutturazione ed al restauro della facciata della cinquecentesca Chiesa di San Giovanni Battista, luogo sacro di grande rilevanza storica ed architettonica, ma anche simbolica per tutta la comunità di Giulianello, essendo l'unica parrocchia giulianese, intorno alla quale è nato e cresciuto l'antico Castrum Julianum.

All'interno della sua sacra cappella è conservato il prezioso Bambinello, la statuetta del Bambin Gesù scolpita nel XVI secolo da un devoto francescano sul legno d'ulivo Getsemani e benedetta da Papa Giovanni Paolo II nel 1998. Da sempre perno della vita religiosa e sociale del paese, ora la Chiesa ha bisogno di un sostegno finanziario per rimettere apposto una delle sue pareti esterne gravemente danneggiata. Il found rising inizierà il 5 e 6 Settembre, in occasione della due giorni di festa a piazza Umberto I.

Il programma, stilato in collaborazione con la Condotta Slow-Food Cori e Giulianello e il patrocinio del Comune di Cori, prevede, tra le altre cose, una cena di beneficenza che si svolgerà sabato 5 alle ore 20:30 (per info e prenotazioni: 328.3112582 - 338.7233132 - 347.0758080). A cavallo, lo spettacolo teatrale dei ragazzi dell'Estate Ragazzi (h. 19:30) e la live music, prima della storica band di Latina 'Folk Road' (h. 20:15) e poi della 'Suonifuorilemura' con Don Francesco Fiorillo (h. 21:30).

Già nel pomeriggio, alle 17.30, la conferenza Slow Food, con la firma del manifesto, aperta e chiusa dal coro delle 'Donne di Giulianello'. Domenica 6, dalle 16 alle 24, si susseguiranno giochi popolari e laboratori Slow Food, la Santa Messa a piazza celebrata da Don Gianmarco Falcone, lo spettacolo degli Sbandieratori 'Leone Rampante' di Cori, la live music, l'improvvisazione teatrale con la Compagnia 'Maia', il concerto di Mimmo Epifani e l'estrazione della riffa.

Torna su
LatinaToday è in caricamento