Il mistero della fine di Desiree, morta a San Lorenzo nel palazzo occupato

Le indagini sulla fine della 16enne di Cisterna trovata senza vita. Attesa per l’esito dell’autopsia

L'edificio di via dei Lucani a Roma

E’ una vicenda piena di misteri e interrogativi da chiarire quella di Desiree M., la 16enne di Cisterna trovata morta in un edificio abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma.

Sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso mentre gli investigatori del commissariato di zona stanno cercando di ricostruire i movimenti della ragazza visto che i familiari non riescono a spiegarsi cosa fosse andata a fare nella capitale e soprattutto come fosse arrivata in quell’ex officina abbandonata.

Desiree abitava a Cisterna con la madre ed una sorella più piccola e quando venerdì sera non è rientrata a casa i familiari si sono allarmati perché la ragazzina, raccontano gli zii e i nonni, era abituata a dare conto dei suoi spostamenti, ad avvisare se si allontanava da casa. Così hanno presentato una denuncia al commissariato di Cisterna. Eppure è arrivata a Roma e ha perso la vita in circostanze ancora misteriose, in un posto frequentato da spacciatori e tossicodipendenti lei che non aveva mai avuto problemi di droga.

La sera prima della sua scomparsa la ragazza aveva chiamato la nonna per avvisarla che avrebbe dormito da un’amica, poi più nulla. E' stato questo l'ultimo contatto. Secondo i primi accertamenti non sarebbero stati trovati segni di violenza ma a Cisterna la mamma, i nonni, gli zii e tutti gli amici, sotto choc e stravolti dal dolore per la sua inspiegabile fine, vogliono sapere la verità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

Torna su
LatinaToday è in caricamento