Fermato per un controllo, nell’auto aveva 130 chili di rame rubato

Durante un normale servizio dei carabinieri, l'uomo ha mostrato un contrassegno assicurativo contraffatto. Dalle successive verifiche scoperto l'oro rosso nascosto nel cofano della vettura

È stato fermato per un normale controllo e alla fine è stato denunciato perché trovato in possesso di circa 130 chilogrammi di rame secondo i carabinieri di sicura provenienza furtiva.

Il provvedimento è arrivato nei confronti di un cittadino di nazionalità romena di 41 anni.

Nella giornata di ieri i militari del comando stazione di Borgo Grappa stavano effettuando un normale servizio di controllo del territorio quando si sono imbattuti nel cittadino straniero.

Dopo essere stato fermato, l’uomo, alla richiesta dei militari, ha mostrato un contrassegno assicurativo poi risultato palesemente contraffatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante le successive verifiche e l’ispezione dell’auto, gli uomini in divisa hanno rinvenuto 130 chili di rame di provenienza furtiva nascosti all'interno del cofano della vettura. Per lui è scattata la denuncia a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

Torna su
LatinaToday è in caricamento