Rapinò un'anziana con parrucca e occhiali da sole davanti alle poste di via Veio, a giudizio

L'uomo l'aveva spintonata e poi le aveva sottratto una busta con 7mila euro in contanti

E’ stato rinviato a giudizio con l’accusa di rapina Antonio De Rosa, l’uomo che il 12 febbraio 2016 aveva portato via con la forza  ad una donna una busta contenente 7mila euro in contanti davanti all’ufficio postale di via Veio a Latina.

Il 45enne, assistito dall’avvocato Francesco Pisani, è comparso questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale Luigi La Rosa che a conclusione della camera di consiglio lo ha rinviato a giudizio per il 17 luglio prossimo davanti al Tribunale. L’uomo, che quella mattina indossava una parrucca con lunghe treccine e un vistoso paio di occhiali per eviatre di essere riconosciuto, si era avvicinato alla sua vittima e le aveva dato uno spintone mentre stava per entrare nell’ufficio postale per effettuare un’operazione strappandole poi il plico contenente il denaro.

A luglio inizierà il processo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Formia, pestaggio alla ex compagna in un ristorante: arrestato il nipote di Bardellino

  • Cronaca

    Processo Arpalo, così funzionava la galassia di finte coop messa in piedi da Maietta e soci

  • Cronaca

    Terracina, Ponte sul fiume Sisto: l'inaugurazione ufficiale

  • Cronaca

    Ospedale Goretti, sale operatorie usate come ricovero per i pazienti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina, dopo lo scontro auto si ribalta sulla careggiata

  • Torna l’ora legale: lancette dell’orologio in avanti, ecco quando spostarle

  • Latina, le telecamere di Striscia la Notizia tornano al pronto soccorso del Goretti

  • Daniele Nardi, Sezze si ferma per il lutto cittadino. Poi ricordo sulla Semprevisa

  • Devasta due bar, rapina una donna e picchia in strada la compagna: preso un 27enne

  • Terracina, incidente sull'Appia: scontro fra tre veicoli. Due persone ferite

Torna su
LatinaToday è in caricamento