Rapina con un complice in un esercizio commerciale, 15enne arrestato

Con il volto travisato e armati di taglierino avevano fatto ingresso nell'attività per poi andare via con un bottino di 2mila euro. Il colpo a segno nel maggio scorso ad Aprilia

Il colpo era stato messo a segno lo scorso 26 maggio ad Aprilia da due persone che, con il volto travisato e armate di taglierino avevano fatto irruzione in un esercizio commerciale del luogo andando poi via con un bottino di circa 2mila euro e facendo perdere le loro tracce.

Nella giornata di ieri, a quasi due mesi di distanza dalla rapina, le manette sono scattate per uno dei due responsabili, un giovane di soli 15 anni residente nel comune pontino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel primo pomeriggio, intorno alle 15, i carabinieri del Norm del locale reparto territoriale hanno infatti arrestato il ragazzo, in esecuzione di un’ordinanza di permanenza in casa emessa dal tribunale dei minori di Roma, che ha concordato con le richieste dei militari arrivate in seguito all’attività investigativa avviate nell’immediato dopo la rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento