Rapina e pestaggio a quattro commercianti, banda di rumeni in manette

L'aggressione in centro domenica notte, con coltelli e bastoni. La squadra mobile di Latina è riuscita a stringere il cerchio intorno ai responsabili, uno dei quali è scappato in Romania all'alba di ieri. Tre i fermati: due uomini e una donna

Sono stati rintracciati e fermati ieri sera i tre componenti di una banda responsabile di una violenta rapina ai danni di quattro commercianti. I fatti risalgono a domenica scorsa, 10 settembre, quando alla sala operativa della Questura era arrivata la segnalazione di un'aggressione in via Grassi, a pochi passi dal centro di Latina. 

Vittime quattro cittadini del Bangladesh, che gestiscono un negozio di alimentari a Latina. I quattro sono stati accerchiati e aggrediti da tre uomini e una donna, tutti di nazionalità rumena, con coltelli, bastoni e una bottiglia e poi rapinati della somma di 5.600 euro. Le vittime sono finite in ospedale, una delle quali con una frattura a una mano, gli altri tre con contusioni su tutto il corpo e un trauma addominale. Da quel momento, dopo l'intervento immediato della squadra Volante della Questura, sono scattate le indagini della Mobile. 

Una serie di approfondimenti degli investigatori hanno consentito di stringere il cerchio intorno a una banda di rumeni già nota per furti e rapine commesse a Latina. Il riconoscimento fotografico ha poi fatto il resto. I quattro hanno agito infatti a volto scoperto. La Mobile li ha rintracciati e sottoposti a fermo di indiziato di delitto. Uno di loro, sul quale da subito si erano indirizzate le indagini, è per scappato all'alba di ieri verso la Romania. Gli altri tre sono stati però fermati. Si tratta di Sandu Vasile Caraiman, Silviu Turtureanu e Cristina Dumitrache.

Le investigazioni hanno consentito di scoprire che lo stesso gruppo si era già presentato nei mesi scorsi nel negozio di alimentari pretendendo una somma di denaro per poter esporre i tavolini fuori. Non erano però riusciti nel loro intento perché i commercianti si erano rifiutati di pagare e i quattro erano quindi passati alle minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Perdono il posto di lavoro: licenziate dopo 20 anni per "mancato superamento del periodo di prova"

  • Accoltellato alla giugulare: salvato dalla Stradale sulla Pontina e soccorso dall'eliambulanza

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

Torna su
LatinaToday è in caricamento