Rapina e sequestro a villa Rosato, preso l’ultimo del commando

Il 28enne, estradato dalla Germania, è accusato di aver partecipato al colpo consumato nel settembre del 2012 a borgo Bainsizza. Gli agenti della Mobile lo hanno rintracciato a Fiumicino

Mancava all’appello: il 28enne rumeno Catalin Matei Grecu, è accusato di aver preso parte al violento colpo consumato a borgo Bainsizza nel settembre di due anni fa.

Quella sera l’imprenditore Claudio Rosato e sua moglie erano appena tornati a casa dopo aver cenato fuori. Ad attenderli in giardino un commando di rapinatori che li aveva sequestrati per poi portare via denaro e gioielli.

Poco dopo la squadra mobile era riuscita a rintracciare il presunto mandante, Bernardino Franzese, un 26enne di Latina e tre rumeni, considerati esecutori materiali della rapina. Nei loro confronti si sta svolgendo il processo davanti ai giudici del collegio penale del tribunale di Latina.

Il 28enne rumeno, invece, era sfuggito alla cattura e si nascondeva in Germania, alla periferia di Francoforte, da almeno un anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi è stato estradato ed è stato fermato dalla polizia a Fiumicino per essere condotto nel carcere di via Aspromonte. Gli agenti della Mobile hanno condotto le indagini in collaborazione con l’Interpool. Il 28enne era ricercato anche dalla polizia di Perugia perché considerato membro di una banda dedita alla clonazione di bancomat. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento