Rapine a sale slot, tabacchi e ristoranti: i nomi dei sette arrestati

I due gruppi criminali sono stati sgominati questa mattina in un'operazione congiunta di carabinieri e polizia

Un'immagine della conferenza stampa in Procura

Sono sette i destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a vario titolo accusati di rapina aggravata, estorsione, spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi.  Gli arrestati sono:

Marco Ranieri, 53 anni, originario di Roma

Cristian Caloroso, 28 anni di Latina

Manuel Ranieri, 24 anni, nato a Roma

Oliverio Katiuscia, romana di 47 anni

Simona Ruisi

Massimiliano Santachiara

Christian Santucci

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli dell'operazione

Rapine armate: i video dei colpi 

Marco Ranieri e Cristian Caloroso erano già stati arrestati lo scorso dicembre nell’ambito di un’altra operazione congiunta di polizia e carabinieri. I due, insieme a un terzo complice, preparavano l’assalto alla filiale della Banca Popolare di Milano che si trova a Marino. Ranieri si trovava quindi già in carcere, mentre Caloroso è stato arrestato questa mattina. Agli arresti si trovavano anche Christian Santucci, fermato dalla polizia nel corso di un tentativo di rapina avvenuto alla fine di ottobre del 2017 ai danni di un ristorante di Nettuno, e Manuel Ranieri, figlio di Marco, condannato nel 2015 all'ergastolo per l'omicidio di Nicolas Adrian Giuroiu, rumeno rapito a Borgo Sabotino e trovato una settimana dopo in un pozzo di un’azienda agricola di Cisterna, ucciso a colpi di pistola.

L'estorsione con una casa popolare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento