Narcotizzavano e derubavano i passeggeri sul treno, condannati

La sentenza nei confronti di tre egiziani arrestati dalla polizia ferroviaria per rapina e lesioni

Sono stati tutti condannati i tre giovani egiziani arresati l’11 aprile 2018 a Fondi, a bordo del treno Napoli Roma dove, dopo avere narcotizzato un passeggero lo stavano derubando.

Si è concluso infatti ieri davanti al Tribunale di Latina il processo a loro carico: sul banco degli imputati c’erano Hassan Mohamed Mohamed, Asy Teto e Barakat Ahmed. Il primo accusato di rapina aggravata e lesioni per due diversi episodi, gli altri due soltanto di una tentata rapina. Dopo il loro arresto la polizia ferroviaria aveva scoperto che Hassan aveva messo a segno un colpo con una tecnica identica alcuni mesi prima a bordo di un un treno a Roma Termini.

Nella sua  requisitoria il pubblico ministero Martina Taglione ha chiesto per Hassan una condanna a sette anni per rapina aggravata e lesioni e per gli altri due quattro anni e mezzo per tentata rapina mentre la difesa, rappresentata dall’avvocato Moreno Gullì, ha chiesto la derubricazione da rapina a furto e da tentata rapina a tentato furto. Il Tribunale, a conclusione della camera di consiglio, ha condannato Hassan a sette anni di reclusione mentre Asy e Barakat sono stati condannati a due anni e quattro mesi.

I primi due restano in carcerementre il terzo, avendo meno di 21 anni, ha beneficiato della sospensione condizionale della pena ed è stato rimesso in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Accoltellato alla giugulare: salvato dalla Stradale sulla Pontina e soccorso dall'eliambulanza

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento