Ponza, 10 nasse per la pesca di frodo scoperte nelle acque dell’isola: sequestrate

L'operazione dei carabinieri che rinvenuto le reti per la pesca di frodo nel corso di una serie di controllo alla navigazione marittima

Reti per la pesca di frodo rinvenute nelle acque dell’isola di Ponza. La scoperta nei giorni scorsi da parte dei carabinieri della motovedetta ccn711, a bordo del battello pneumatico OL/500 cc 51-46, durante uno specifico servizio di polizia marittima teso al contrasto di reati in materia di pesca illegale. Nello specchio d’acqua antistante la località “Faraglioni di Lucia Rosa”, a circa 0,3 miglia dalla costa, sono state scoperte 10 attrezzature da pesca tipo “nassa” di fabbricazione artigianale per la pesca di frodo parzialmente sommerse e non segnalate come da normativa vigente, creando di fatto pericolo alla navigazione. L’attrezzatura e stata sottoposta a sequestro penale e l’autorità giudiziaria è stata opportunamente informata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Violenza sessuale nello studio di una professionista, arrestato un giovane di 21 anni

  • Coronavirus Latina: dopo due giorni a zero, un nuovo caso in provincia. Calano i ricoverati

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

  • Coronavirus: un solo caso in provincia, 11 nel Lazio con 72 guariti in 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento