Sezze, gestivano rifiuti speciali senza trattamento: 2 denunce

I carabinieri del Noe di Roma scoprono un giro illegale di rifiuti ingombranti, che venivano semplicemente accatastati in un capannone sulla Migliara 45. Deferiti i proprietari della società

(foto d'archivio)

Gestivano un traffico di rifiuti speciali senza trattarli. Li accatastavano all’interno di un capannone fatiscente sulla Migliara 45. Semplice cartone ma soprattutto tanti rifiuti ingombranti, come televisori e personal computer, tra i materiali smaltiti illegalmente da due cinquantenni di Sezze.

Il loro business è stato scoperto e bloccato dai carabinieri del nucleo operativo ecologico di Roma che ieri, aiutati dai colleghi della locale stazione nell’individuare il sito dell’illecito smaltimento, hanno formalizzato le due denunce nei confronti dei titolari della società.

L’attività dei due cittadini di Sezze denunciati - che risultano incensurati - andava avanti da diversi mesi. Recuperavano in giro i rifiuti di cui altri si dovevano disfare e li abbandonavano in un capannone senza rispettare le prescrizioni previste dalla legge. I militari del Noe, dopo aver ricostruito i loro traffici, li hanno identificati e denunciati all’autorità giudiziaria per la violazione delle norme in materia ambientale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Giallo di via Sabaudia, identificato l'uomo morto in auto: è il genero dello stilista Cavalli

Torna su
LatinaToday è in caricamento