Beach Litter 2016, Legambiente Terracina: raccolti 500 rifiuti sulla spiaggia di Levante

Anche il Circolo Legambiente Terracina "Pisco Montano" ha aderito all'indagine per lo studio del fenomeno dello spiaggiamento dei rifiuti: "Quanto raccolto denuncia una mancanza di educazione civica nei confronti dell'ambiente"

Anche a Terracina si è svolta lo scorso 30 aprile l’indagine “Beach Litter 2016”, l'iniziativa a cui ha aderito anche il Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano”, al fine “di acquisire informazioni preliminari per lo studio del fenomeno dello spiaggiamento dei rifiuti, relativamente a quantità, trend e possibili fonti, anche alla luce della nuova direttiva europea della Marine Strategy". 

L’attività è stata svolta dai volontari dalle 15 alle 19 di sabato scorso presso la Spiaggia di Levante sul Lungomare Giacomo Matteotti. 

“La spiaggia di Levante, parte della Riviera di Levante di Terracina, è considerata una delle spiagge più importanti della Riviera D’Ulisse” spiegano dal circolo di Legambiente sia per le sue peculiarità geografiche, essendo essa localizzata ai piedi di Pisco Montano, sia per le numerose attività che in essa sussistono da quelle turistico- alberghiere a quelle di ristorazione, dai locali notturni, stabilimenti balneari, fino alla zona di transito in entrata e in uscita traghetti e barche essendo situata a poche centinaia di metri dal porto principale di Terracina

Come spiegano dal Circolo Legambiente Terracina, durante la giornata del 30 aprile è stata presa in esame un’area di 3000 mq considerando i 100 m di lunghezza e 30 m di profondità, fino all’inizio dei manufatti (ristoranti, stabilimenti balneari e beachbar). “Il perimetro è stato poi suddiviso in 10 settori da 10 metri di lunghezza l’uno e si è proseguito con l’indagine e la raccolta, la campionatura e la corretta classificazione dei rifiuti, con la compilazione della Scheda rilevamento rifiuti sulla spiaggia con l’utilizzo delle categorie di campionamento OSPAR”. 

Sono stati raccolti, campionati e catalogati circa 500 rifiuti. “Quanto raccolto, campionato e categorizzato denuncia una mancanza di educazione civica nei confronti dell’ambiente in cui si vive, tra l’abbandono di mozziconi di sigarette, stecchini dei lecca lecca , plastica e alluminio e reti da pesca e fili di nylon per arrivare a scatole vuote di medicinali, calze di nylon, pannolini, residui di pneumatici, manufatti per edilizia, come dalla galleria presente sul profilo facebook Circolo Legambiente Pisco Montano di Terracina e il web site https://legambienteterracina.wordpress.com/  chiamato #schifidaspiaggia”. 

Il Circolo Legambiente di Terracina, proseguono nella nota, “si impegnerà attraverso eventi di sensibilizzazione e collaborazione con le attività balneari, di ristorazione e di ricettività turistica, cercando di collaborare anche con l’azienda che si occupa localmente del ritiro della spazzatura per aumentare la copertura dell’intera fascia costiera. Il Circolo ringrazia il Dipartimento Scientifico di Legambiente Nazionale per il sostegno, l’aiuto concreto alla realizzazione di tale indagine e per aver dato inoltre la possibilità anche a Terracina di poter ottenere dei dati importanti sui quali fare delle indagini approfondite”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prossimo appuntamento il 29 maggio prossimo; “a ridosso della Spiaggia di Levante - concludono dal Circolo Legambiente Terracina - sussiste una darsena che si congiunge con la zona porto e con una scogliera artificiale che sarà presa in considerazione insieme alla restante parte, non campionata per la pulizia nella giornata dedicata alla Campagna Legambiente ‘Spiagge e fondali puliti’ al fine di avere dei dati anche rispetto all’incidenza di alcune attività di pesca e di rilascio rifiuti in mare grazie anche alla collaborazione di soci sub del Circolo che si occuperanno di ripulire i fondali e di fare delle foto con macchinette predisposte per avere delle informazioni in più rispetto a ciò che si può incontrare sugli scogli e sulla spiaggia, che sono, come sappiamo, solo la punta dell’iceberg”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Torna su
LatinaToday è in caricamento