Castelforte: rissa tra tifosi durante partita di calcio, 5 denunce

I fatti domenica pomeriggio quando i sopporter delle due diverse squadre in campo dopo gli insulti sono passati ai fatti, facendo scattare una vera e propria rissa. Daspo per i cinque tifosi denunciati

Denuncia e Daspo per cinque tifosi: questo il bilancio di una rissa scoppiata nel pomeriggio di ieri sul campo del Castelforte al termine della partita di calcio del campionato di seconda categoria.

La baruffa che ha visto coinvolti i cinque tifosi delle due squadre in campo durante la partita, secondo quanto accertato avrebbe avuto inizio per futili motivi e in breve tempo dagli insulti verbali si è passato alle maniere di fatto.

Necessario, per sedare gli animi, l’intervento dei carabinieri della stazione di Scauri e degli agenti del commissariato di Formia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto si apprende nessuna delle 5 persone, nei confronti delle quali sono state avviate anche le procedure per il Daspo - divieto di accedere alle manifestazioni sportive -, ha chiesto l’intervento dei sanitari del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento