Imprenditore pontino in carcere in Guinea, Roberto Berardi presto libero

L'annuncio dello stesso presidente africano Teodoro Obiang che ha fatto sapere come la Guinea Equatoriale sia "impegnato per trovare una soluzione rapida per liberare" l'imprenditore detenuto da oltre un anno

La fiaccolata dei familiari di Roberto Berardi per chiedere la sua liberazione

Roberto Berardi, l’imprenditore pontino detenuto da oltre un anno in carcere nella Guinea Equatoriale, potrebbe tornare presto a casa.

Questa la speranza che nelle ultime ore si è fatta più viva dopo le parole del presidente del paese africano, Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, al termine di un incontro con il commissario Ue all’Industria, Antonio Tajani coin cui ha annunciato come la stessa Guinea Equatoriale sia “impegnato per trovare una soluzione rapida per liberare" l'imprenditore italiano.

Secondo quanto sia apprende, Berardi sarà liberato per "motivi umanitari" e, ha continuato il presidente "serve una soluzione rapida", anche se non ha specificato i tempi della liberazione.

Tajani, dal canto suo, ha sottolineato che la liberazione sarà effettiva "non appena verranno definiti alcuni aspetti tecnici tra il governo italiano e quello della Guinea Equatoriale. Ho ringraziato il presidente Obiang per questo provvedimento di grazia adottato per motivi umanitari" ha poi concluso.

"La prossima liberazione di Berardi è un importante risultato, ottenuto grazie alla tenacia dei suoi familiari e al determinante intervento del Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani", ha commentato il presidente della Commissione Diritti Umani del Senato, Luigi Manconi, mentre i suoi familiari restano fiduciosi.

Roberto Berardi, imprenditore edile, 49 anni, originario di Latina, accusato di truffa e appropriazione indebita, è stato condannato a scontare una pena di due anni e quattro mesi ed è detenuto da oltre un anno nelle carceri lager della Guinea. Nel mese di febbraio in un servizio mandato in onda dal Tg1 venivano denunciate le torture subite dell’uomo in questi mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento