Aggressione e botte per fargli vendere cocaina, in due in silenzio dal gip

Interrogatorio in carcere per gli uomini arrestati a Sabaudia con l'accusa di tentata estorsione e lesioni

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i due uomini arrestati sabato a Sabaudia con le accuse di tentata estorsione, lesioni personali e rapina per avere cercato di costringere un 55enne di nazionalità indiana a spacciare eroina per conto loro.

I due, 36 e 53 anni, assistiti dall’avvocato Alessia Vita, sono stati ascoltati questa mattina dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota per l’interrogatorio di convalida ma sono rimasti in silenzio. Secondo la ricostruzione i due, una volta che la vittima si era rifiutata di spacciare lo avrebbero colpito con un bastone e con spray urticante per poi rubargli portafoglio, denaro co175 euro in contanti e due collanine. Il gip ha convalidato l’arresto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

Torna su
LatinaToday è in caricamento