Sabaudia, tracce di pesticida nelle scuole: iniziato il collaudo generale nei plessi chiusi

Intanto il sindaco Gervasi ha scritto alla Asl per predisporre il ripristino dell'ordinaria attività didattica. Chiesto un incontro per il 7 gennaio

Sono iniziati nei giorni scorsi i campionamenti di collaudo nei plessi degli Istituti "O.V. Cencelli" e "Giulio Cesare” a Sabaudia, interessati da settembre dall’ordinanza di chiusura a seguito del rinvenimento e persistenza del clorpirifos metile. Le attività sono finalizzate alla riapertura e alla fruibilità delle scuole da parte di alunni, docenti e operatori scolastici.

Il 30 dicembre scorso i tecnici di Arpa Lazio hanno effettuato i primi campionamenti di collaudo in aule e padiglioni della scuola di via Emanuele Filiberto; nei prossimi giorni, così come chiesto dall'Amministrazione (in una nota indirizzata ad Asl, Arpa e Ministero), gli esami si estenderanno a tutte le strutture interessate dall'ordinanza di chiusura. 

“Con successiva nota - spiega il Comune - si comunica agli Enti predetti che, in base al protocollo concordato con l'Istituto Superiore di Sanità e all'esito dell'incontro presso la Asl, i tecnici della società BioConsult hanno portato a termine tutte le verifiche nei plessi e inoltrato gli esiti degli esami da cui, come indicato in una apposita relazione dell'ingegner Gianpaolo Natale, si evince che ‘il requisito fissato dall'Istituto Superiore di Sanità è soddisfatto sia per la scuola dell'infanzia che per la scuola primaria’”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spetta ora alla Asl, alla luce degli esiti delle ultime verifiche e il parere dell'ISS, rilasciare l’opportuno nullaosta per la riapertura delle scuole. In attesa della conclusione del collaudo generale, il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi ha intanto chiesto all'Azienda Sanitaria un incontro, per il prossimo 7 gennaio, “per la predisposizione urgente degli atti necessari per il ripristino dell'ordinaria attività didattica al fine di garantire il regolare rientro in classe in tempi brevi ed eventualmente progressivi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

Torna su
LatinaToday è in caricamento