Cambio al vertice della Prefettura, il saluto di Faloni in Comune e in Provincia

Il sindaco, la giunta e i consiglieri hanno accolto il prefetto uscente che si appresta a ricoprire un nuovo incarico. In mattinata anche il ringraziamento della presidente Eleonora Della Penna in Consiglio provinciale

Scambio di saluti in Comune tra il sindaco Damiano Coletta, la Giunta, i consiglieri comunali e il prefetto Pierluigi Faloni che dopo tre anni lascia Latina per assumere le funzioni di Direttore centrale per gli Affari Generali presso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile. 

Faloni ha voluto salutare personalmente gli amministratori incontrandoli questo pomeriggio nella sala Enzo De Pasquale. "La nutrita presenza qui, oggi, di tutti i componenti dell’amministrazione testimonia la gratitudine e la stima per lei e per quanto ha fatto per la comunità - ha detto esordito il sindaco ringraziando il prefetto uscente - E’ stato per me un punto di riferimento prezioso e come comunità ci teniamo a ringraziarla per ciò che ha realizzato in tema di sicurezza. Allo stesso modo le siamo grati per la sua capacità di fare squadra, che è stata una componente importante per questa città, e per il calore umano che non ha mai fatto mancare, anche nelle occasioni istituzionali. Sarà sempre il benvenuto, la comunità di Latina la accoglierà sempre con affetto e gratitudine".

"Latina è una città all’interno di una provincia molto particolare – ha sottolineato Faloni dopo aver ripercorso brevemente le tappe più significative della sua carriera – di problemi ce ne sono e ce ne saranno tanti, ma in questi tre anni abbiamo potuto condividere la volontà di fare un percorso insieme a prescindere dal colore politico, rispondendo sempre alle domande della collettività. Latina è importante ma ci sono altri 32 Comuni sui quali si stampa una popolazione capace, che ha voglia di fare, ma altrettanta popolazione criminale che detta i propri interessi nell’economia del territorio. Fare sicurezza in questa provincia è stato difficilissimo perché si è dovuto intervenire sulla cultura facendo capire che la vera sicurezza la fa il singolo cittadino. Abbiamo avuto comunque risultati importanti in tutta la provincia, guardando anche la micro criminalità sotto il profilo preventivo strategico perché è il reato che non accade il più grande successo. Ma l’interesse principale, ve lo confesso, sono stati i ragazzi: entrare nelle scuole, coltivare in loro la cultura della legalità, parlare di comportamenti giusti e dell’importanza del rispetto delle regole. E’ questo il risultato più grande che mi porto dentro. Ringrazio tutti voi e la comunità per quanto mi avete dato – ha concluso Faloni – Sono contento di questo nuovo incarico perché so che posso tornare in questa provincia, essere accolto con affetto, godermela da libero cittadino". 

Il prefetto Faloni in mattinata ha voluto portare il suo saluto anche in Consiglio provinciale, accolto dalla presidente Eleonora Della Penna, che nel corso del suo intervento ha voluto ribadireribadito parole di stima “per la collaborazione, il sostegno, la vicinanza e la lealtà mostrata nei confronti delle istituzioni locali".

"Quello con il Prefetto Faloni – ha aggiunto la presidente della Provincia – è stato un rapporto di grande collaborazione che, come ho detto più volte, ha contribuito alla creazione di una squadra istituzionale che ha lavorato con impegno per questo territorio”.