San Felice Circeo: maltrattamenti sulla figlia 15enne, il padre nega tutto

L'uomo, colpito da divieto di avvicinamento alla ragazza, è stato ascoltato in Tribunale

Ha negato le accuse di maltrattamento della figlia il 51enne di San Felice Circeo raggiunto nei giorni scorsi da un provvedimento contenente un divieto di avvicinamento alla ragazzina.

L’uomo, assistito dall'avvocato Valentina Macor, è stato ascoltato questa mattina in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa e ha dichiarato di non avere mai colpito la figlia 15enne, quello che lo ha denunciato raccontando di essere stata più volte picchiata, schiaffeggiata e offesa in maniera pesante. L’indagato, che vive con la ragazza, ha ammesso solo un singolo episodio, uno schiaffo, negando tutto il resto.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto contenuto nella denuncia troverebbe però conferma anche nella testimonianza delle zie della vittima tanto da convincere il gip ad emettere un divieto di avvicinamento per tutelare l’incolumità della ragazza e in quanto sussisterebbe il pericolo di reiterazione dei reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Violenza sessuale nello studio di una professionista, arrestato un giovane di 21 anni

  • Coronavirus Latina: dopo due giorni a zero, un nuovo caso in provincia. Calano i ricoverati

  • Sabaudia, parcheggi a pagamento in centro e sul lungomare: le tariffe dall’8 giugno

  • Coronavirus: un solo caso in provincia, 11 nel Lazio con 72 guariti in 24 ore

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

Torna su
LatinaToday è in caricamento