False polizze assicurative per Rc auto, nella truffa cade una giovane pontina: quattro denunce

La ragazza aveva pagato oltre mille euro e aveva ricevuto un contrassegno falso. I carabinieri hanno rintracciato i responsabili

Quattro persone sono state denunciate a piede libero a San Felice Circeo per concorso nei reati di truffa, contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi e falsità materiale commessa da privato. Si tratta di un 46enne residente a Marzano di Nola, Avellino, un 28enne di Cancello Arnone, Caserta, un 22enne di Capua e una ragazza di 25 anni residente a San Maria Capua Vetere.

I quattro, attraverso il web, con una serie i artifici e raggiri e dietro la promessa di stipulare una polizza assicurativa Rc auto, sono riusciti a farsi accreditare la somma di 1.080 euro da una giovane di San Felice. Il pagamento era avvenuto attraverso una ricarica postepay e in cambio era poi stato rilasciato alla ragazzza un falso contrassegno assicurativo. Quando la vittima ha scoperto il raggiro si è immediatamente rivolta ai carabinieri che sono riusciti ad identificare i responsabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

Torna su
LatinaToday è in caricamento