Sanità, dopo 13 anni finalmente l’isola di Ponza avrà l’elisoccorso

Accordo tra Ares 118, Aeronautica Militare ed Esperia Aviation Service. Sindaco Vigorelli: "E' la fine di un'epoca di disagi. Ora sì che il diritto alla salute è molto più garantito a Ponza"

Dopo 13 anni di disagi e di polemiche finalmente Ponza avrà il suo elisoccorso attivo giorno e notte.

Ad annunciarlo lo stesso sindaco dell’isola pontina, Piero Vigorelli. L’intesa è stata raggiunta tra Ares 118, Aeronautica Militare ed Esperia Aviation Service, la società che ha costruito su licenza della precedente amministrazione comunale una moderna elisuperficie in località Pian delle Viole.

"Dopo 13 anni di progetti, sogni e chiacchiere - commenta il sindaco - da ieri pomeriggio Ponza può festeggiare una nuova grande svolta per la salute dei suoi cittadini e dei tanti turisti che affollano l'isola. Dall'alba al tramonto e da venerdì anche nelle ore notturne, i pazienti gravi che hanno bisogno di cure specifiche saranno elitrasportati dall'Ares 118. E' la fine di un'epoca di disagi. Ora sì che il diritto alla salute è molto più garantito a Ponza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intesa accorda all'Ares la precedenza assoluta per i voli Hems- Helicopter Emergency Medical Service - e quelli coordinati dall'Aeronautica Militare di altri enti quali Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato. Oltre alla priorità assoluta, il protocollo d'intesa prevede che le chiavi di accesso all'elisuperficie siano consegnate alla rappresentanza dell'Ares sull'isola, al Poliambulatorio, alla Capitaneria di Porto, alla stazione dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • Botte e pugni alla moglie, costretta a servire in tavola e a restare in piedi: arrestato

  • Coronavirus, l’appello: “Chiudere negozi alimentari e supermercati a Pasqua e Pasquetta”

  • Coronavirus, crescita stabile: nel Lazio 4266 positivi da inizio emergenza, in provincia 392

Torna su
LatinaToday è in caricamento