Sassi lanciati contro le auto in transito sulla Pontina, tre episodi in pochi giorni

Indagini in corso da parte dei carabinieri. I tre episodi si sono verificati sempre di notte e nel tratto compreso tra Terracina e Sabaudia. Fortunatamente non ci sono stati feriti

Un tratto della Pontina a Sabaudia

Sassi lanciati contro le auto in transito sulla Pontina. Questo l’inquietante fenomeno che nei giorni scorsi si è registrato sull’arteria e che ha fatto registrare tre casi nell’arco di poco meno di una settimana. 

In un articolo pubblicato su repubblica.it viene ricostruita la preoccupante escalation di episodi che si sono concentrati nella zona tra Terracina e Sabaudia e che si sono verificati nelle ore notturne. 

Tre, dunque, le auto che viaggiavano tutte lungo la corsia sud della Pontina e che sono state colpite dai sassi lanciati da qualcuno che, a quanto sembra, si nasconde tra le aiuole spartitraffico. 

Il primo episodio lo scorso lunedì 17 ottobre ha visto protagonista una Fiat Punto guidata da una donna; due giorni dopo è stata la volta di una Ford Focus con al volante un uomo che si è visto precipitare sul parabrezza un grosso sasso. Sempre lo stesso giorno colpita anche una Mercedes Classe B. 

Come riporta repubblica.it, un fenomeno che, se fortunatamente non ha provocato feriti, crea comunque non poca preoccupazione negli automobilisti che si apprestano a percorrere la Pontina. Su tutti gli episodi stanno ora indagando i carabinieri di Sabaudia per risalire al responsabile, o ai responsabili. Intensificati i controlli da parte dei militari nei giorni scorsi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

Torna su
LatinaToday è in caricamento