Le donne scendono in piazza: sciopero e manifestazione per l'8 marzo

Una grande giornata di mobilitazione nazionale contro la violenza di genere è stata presentata questa mattina dal Centro Donna Lilith, con un invito a partecipare rivolto a donne, uomini, studenti e associazioni. Eventi a partire dalle 17

Oltre 3mila donne accolte in 30 anni di attività e 189, con altrettanti minori, ospitate nella casa rifugio Emily di Latina. Il Centro donna Lilith è da sempre in prima linea contro la violenza sulle donne e in occasione del prossimo 8 marzo lancia anche a Latina la grande manifestazione nazionale e lo sciopero globale delle donne che interesserà oltre 40 Paesi. Luoghi differenti e differenti contesti, ma analoga condizione di subalternità e violenza vissuta dalle donne Così l’8 marzo si torna a lottare, con diverse forme, dai presìdi alle assemblee, dalle manifestazioni ai cortei fino allo sciopero.

L’obiettivo del centro antiviolenza di Latina è coinvolgere tutte le donne e gli uomini, le realtà associative, i sindacati per manifestare il ripudio della violenza di genere, il sessismo e il razzismo.

Se le nostre vite non valgono, allora ci fermiamo”: la manifestazione, che nasce dalla rete “Non una di meno”, è stata presentata oggi da Maria Marinelli, presidente del Centro Lilith.

“Una nostra mobilitazione – spiega – che culminerà in una manifestazione in Piazza del Popolo dalle 17 in poi. Ci sarà il gruppo musicale Musincantiere di Laura Perazzotti e un’altra band di giovani musicisti della scuola media Giuliano, gli studenti del Liceo Artistico di Latina che daranno vita a un laboratorio di pittura estemporanea sul tema della Giornata internazionale della donna, e poi sarà proiettata una mostra di Stefania Spanò, “Anarkikka”: “Nata Donna”, accompagnata dalle letture di Franca Porcari e Luisella Benedetti. Mentre alcune socie storiche del centro presenteranno il “Diario di un giorno di sciopero”, un flash di storia, ricordi ed emozioni collettive”.

Lo sciopero potrà cocretizzarsi per tutte in una sospensione dal lavoro di cura o domestico, in una pausa dal lavoro, in un momento di riflessione sul tema nelle scuole o sul luogo di lavoro e, soprattutto, in un invito a scendere in piazza.

L’appuntamento è mercoledì 8 marzo a partire dalle 17 in Piazza del Popolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento