Scontri a Roma, 4 Black bloc potrebbero essere di Latina

Assoluto riserbo sulle indagini condotte dalla Digos, ma a quanto sembra fra i responsabili della guerriglia urbana del 15 ottobre nella capitale ci sarebbero anche dei giovani del capoluogo

Ci sarebbero anche delle persone di Latina tra i responsabili che hanno causato i violenti scorsi di sabato scorso, 15 ottobre, a Roma durante la manifestazione degli Indignados.

La voce ha cominciato a circolare in città nelle ultime ore, e anche se ancora le indagini sono ricoperte da assoluto riserbo, pare che gli agenti della Digos di Latina nei giorni scorsi abbiano effettuato almeno quattro perquisizioni domiciliari nelle case di alcuni personaggi del capoluogo che gravitano intorno agli anarchici-insurrezionalisti e al centro sociale Carc. A quanto sembra, però, le ricerche non si sarebbero fermate alla sola città di Latina, altri controlli sarebbero stati svolti anche nei comuni di Aprilia e Sezze, nonché nella zona dei Monti Lepini e di Priverno.

Proprio nei giorni scorsi lo stesso ministro degli Interni Maroni, aveva fatto il nome di Latina come una delle zone di provenienza dei Black bloc che sabato 15 ottobre avevano devastato la capitale.

Per ora si attendono i risultati delle indagini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento