Scontro in Comune, ribadisce l’Udc: “Mai voluto aprire una crisi”

Con una nota il direttivo comunale del partito spegne le polemiche, ribadendo la sua fiducia nei rappresentanti del partito in Consiglio e nei confronti della giunta comunale di Latina

Il pericolo sembra definitivamente rientrato. Almeno per ora. Dopo una breve riunione, ieri l’Udc di Latina ha rinnovato la sua fiducia al sindaco del capoluogo, Giovanni Di Giorgi, e nella sua maggioranza ricucendo di fatto uno strappo che si era cominciato a creare nei giorni scorsi.

Il polverone era stato alzato una settimana fa dalle dichiarazioni del segretario provinciale dell’Udc, Michele Forte, che aveva puntato il dito contro il primo cittadino di Latina perché “non sapeva amministrare la città". Di seguito poi una scia di polemiche che avevano aperto una spaccatura in piazza del Popolo tra lo stesso Di Giorgi e l’Udc.

“Il Comitato comunale dell’Udc di Latina, a seguito di una breve riunione, riafferma la piena fiducia e sintonia nei confronti dei propri rappresentanti in Consiglio e in giunta nel comune di Latina – si legge in una nota dello stesso Comitato comunale, del gruppo consiliare e degli assessori -. Il Comitato comunale intende ricordare che l’alleanza elettorale con il sindaco Di Giorgi è stata fortemente voluta nell’aprile del 2011 dal nostro segretario provinciale Michele Forte, che in quell’occasione ha saputo far convergere sul nome dell’attuale sindaco pontino le diverse posizioni che erano presenti nel nostro partito. Un’alleanza nella quale, come provato poi dal risultato elettorale, l’Udc ha saputo giocare un ruolo determinante per il successo e l’elezione a sindaco di Giovanni Di Giorgi”.

Essere alleati leali, però, per noi non equivale a rimanere in silenzio e sottostare a decisioni che non siano il frutto di confronto, perché tradiremmo la fiducia degli elettori e dei cittadini che rappresentiamo all’interno dell’amministrazione. D’altronde – continua la nota -, la nostra storia prova come a muovere il nostro impegno sia dapprima il senso di responsabilità e il rispetto delle istituzioni. Gli stessi che hanno fatto sì che mai alcuna amministrazione nella provincia di Latina sia caduta per giochi di palazzo mossi dall’Udc o, prim’ancora, dal Ccd”.

“Detto questo, vogliamo ribadire la ferma volontà dell’Udc di continuare a partecipare attivamente nel governo della città, in linea e in assoluta sinergia con il nostro Segretario Provinciale Michele Forte. Un contributo che negli ultimi due anni è arrivato in maniera assai preziosa anche da Aldo Forte, il quale durante il suo mandato da Assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio ci ha permesso di rispondere in maniera più puntuale ad alcuni bisogni e criticità della nostra città, permettendo l’apertura di nuove strutture e servizi e aumentando gli stanziamenti sul sociale, in controtendenza con quanto avviene a livello nazionale.

“In conclusione, sottolineiamo ancora una volta che da parte dell’Udc di Latina non c’era e non c’è alcuna volontà di aprire una crisi, ma solo la convinzione che non si possano risolvere le problematiche della città se prima non si aumenta lo spazio di partecipazione e di condivisione. Uno spazio che finora non è stato sufficiente e che l’Udc intende avere per il bene di Latina e dei suoi cittadini”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

Torna su
LatinaToday è in caricamento