Screening gratuito per la tiroide, secondo appuntamento a Sermoneta

Il 26 maggio scorso 150 persone si sono recate presso la sede dell’Avis del comune pontino per gli esami gratuiti. Il prossimo appuntamento in calendario per il 9 giugno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Sabato 9 giugno, dalle ore 8 alle ore 16, presso la sede Avis c/o ex Stazione FS Sermoneta Scalo, ci sarà il secondo appuntamento con lo Screening per lo studio delle patologie della tiroide, promosso dall’Amministrazione Comunale di Sermoneta e l’Avis, in collaborazione con l’ass. “Tendi la mano Onlus”, Eidomedica e Associazione Nazionale Carabinieri di Sermoneta.

Lo screening è rivolto alla popolazione residente, in età compresa tra i 15 e i 65 anni, preferibilmente coloro che non hanno mai effettuato indagini.

Si tratta del secondo appuntamento con lo Screening dopo quello del 26 maggio, quando oltre 150 persone hanno aderito all’iniziativa. Un dato che fa riflettere è la presenza di tantissimi giovani che hanno deciso di monitorare il proprio stato di salute e prevenire eventuali patologie della tiroide.

Le malattie legate alla tiroide sono diverse, ma fortunatamente, anche quando si presentano in forma severa, sono facilmente individuabili e curabili con ottime prospettive di guarigione quanto più la diagnosi è precoce.

Lo screening prevede l’esecuzione di Ecocolordoppler Tiroideo. La valutazione comprenderà un inquadramento anagrafico con particolare riguardo al rischio di patologia tiroidea (fattori di rischio, familiarità ecc.) ed un ecocolordoppler tiroideo con consulenza specialistica endocrinologia.

Nell’eventualità che i sanitari riscontreranno alterazioni ecografiche degne di nota, queste verranno comunicate al medico curante che provvederà secondo il suo giudizio ad eventuale approfondimento diagnostico.

“Avis e Comune di Sermoneta – spiega il Sindaco Giuseppina Giovannoli – hanno ritenuto particolarmente utile offrire ai cittadini una nuova opportunità di tutela della salute con questa operazione di prevenzione che si augurano sia tempestivamente utilizzata”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento