Sanità e scuole, Regione: “Niente certificato medico per le assenze degli studenti”

L’assessore D’Amato: “Meno burocrazia per le famiglie e per le scuole”

“Nella Regione Lazio in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico ricordiamo a tutte le famiglie che grazie ad una legge regionale per la semplificazione non sarà più necessario il certificato medico per il rientro in classe a seguito delle assenze per malattia”. 

Lo dichiara in una nota l’assessore regionale alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria Alessio D’Amato, a pochi giorni dal rientro a scuola che nel Lazio è fissato per lunedì 16 settembre

“Come avveniva già in altre regioni anche nel Lazio dunque le famiglie non dovranno più munirsi di certificato medico per le assenze dei loro figli. Una semplificazione  importante per venire incontro alle esigenze delle famiglie e degli istituti scolastici. Una scelta che riduce la burocrazia in una Regione come il Lazio che ricordo è leader in Italia per quanto riguarda le coperture vaccinali e che ha voluto estendere la continuità assistenziale pediatrica anche al sabato, la domenica e nei festivi”.

L’unico caso in cui è esclusa l’abolizione del certificato scolastico riguarda i casi in cui sia richiesta la certificazione per misure di profilassi previste a livello nazionale e internazionale per esigenze di sanità pubblica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

Torna su
LatinaToday è in caricamento