Segni sui citofoni a Cisterna, gli accertamenti della Polizia Locale: mistero risolto

Si tratta di due persone che contattavano i residenti, tramite il metodo del “porta a porta”, con l’intento di  stipulare contratti di fornitura del gas. Le indagini dopo le segnalazioni dei residenti insospettiti

Alcuni segni identificativi sui citofoni in diversi quartieri di Cisterna hanno insospettito i residenti facendo scattate i controlli da parte della polizia locale. Accertamenti che hanno presto permesso di chiarire quanto accaduto. Si tratta, infatti, come spiegano dal Comune di Cisterna, di due persone che contattavano i residenti, tramite il metodo del “porta a porta”, con l’intento di stipulare contratti di fornitura del gas che sono state identificate dai vigili urbani. 

Gli accertamenti sono partiti dopo le segnalazioni dei residenti, in particolare della zona di Franceschetti, anche attraverso i social network. 

“La presenza di alcune sigle sui citofoni di casa ha allarmato vari residenti temendo fossero state apposte da soggetti dediti a furti ed altre attività criminali per indicare gli obiettivi da colpire - spiega il Comune -. Contemporaneamente sono stati segnalati operatori di non precisate aziende di fornitura di gas o di energia elettrica che, con insistenza, proponevano nuovi contratti di fornitura a prezzi apparentemente vantaggiosi. Dalle testimonianze raccolte, gli agenti della Polizia Locale sono riusciti a risalire alle generalità dei due uomini e a convocarli presso il Comando di Corso della Repubblica”.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che i due risultano effettivamente essere dipendenti di una società di servizi che si occupa di procurare nuovi clienti per una azienda fornitrice di gas e luce.

“Gli stessi, per indicarsi reciprocamente coloro che avevano già visitato, usavano segnare con una penna le lettere iniziali del loro nome e cognome sul citofono dell’abitazione. Ciò, dunque, spiega i segni rinvenuti sui citofoni delle abitazioni che, per fortuna, scongiurano il rischio di  eventuali malintenzionati. Tuttavia, ciò non deve far abbassare il livello di attenzione e segnalare puntualmente possibili pericoli”.

Gli accertamenti della Polizia Locale non si sono limitati a capire il significato dei segni sui citofoni ma è stato approfondito il “modus operandi” degli addetti della società. Diversi cittadini avevano segnalato un modo poco chiaro di proporre contratti; in alcuni casi senza lasciare alcun documento e facendo sottoscrivere ai clienti il contratto tramite un tablet. Una modalità poco chiara nei confronti di alcuni cittadini, soprattutto anziani, senza la possibilità di comprendere quale tipologia di contratto avessero sottoscritto.

“Pur non evidenziando al momento responsabilità di natura penale - prosegue il Comune di Cisterna -, si è provveduto ad interessare formalmente gli uffici della società fornitrice di servizi energetici inviando una segnalazioni nei confronti degli operatori della società di servizi che con il loro comportamento hanno messo in allarme intere zone della città oltre a non essere stati chiari nei confronti delle persone contattate”.

“Il servizio della Polizia Locale sul territorio non è limitato alle violazioni al codice della strada - riferisce il comandante De Michelis - ma si estende a tutti i comportamenti negativi nei confronti della popolazione.  Invitiamo i cittadini a segnalarci nell’immediatezza la presenza di persone e veicoli sospetti in modo da poterci subito attivare per la loro individuazione. Il Comando può essere contattato dalle 08.00 alle 20.00 al nr. 06.9699029. La collaborazione della cittadinanza è fondamentale per poter intervenire tempestivamente”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Migranti sfruttati, il gip ha deciso: restano tutti in carcere

  • Cronaca

    Gaeta, arrestato ladro di ruote d'auto: bloccato dai carabinieri dopo un inseguimento

  • Green

    Inquinamento: 12 giorni di superamento dei limiti a Latina. Presentato "Mal’aria 2019"

  • Cronaca

    Avvocati alle urne, nel primo giorno hanno votato 724 professionisti

I più letti della settimana

  • Caporalato, arrestato il segretario provinciale di Fai Cisl. Sindacato: “Siamo sconcertati”

  • Caporalato: sgominata organizzazione. Coinvolto anche un sindacalista

  • Nonnismo a Latina, Samantha Cristoforetti "smonta" il caso: "Ecco il mio battesimo del volo"

  • Nonnismo, la denuncia dell'allieva Giulia contro la scuola di volo di Latina

  • Caporalato, operazione “Commodo” della Squadra Mobile: chi sono i sei arrestati

  • Voragine sulla Pontina, ritrovato il cellulare di Valter Donà

Torna su
LatinaToday è in caricamento