Clochard morto in un sito dismesso, forse il freddo la causa del decesso

Potrebbero essere state le rigide temperature degli ultimi giorni ad aver causato la morte di un senzatetto il cui corpo è stato ritrovato in una fabbrica abbandonata in via del Pantanaccio

Il corpo di un senzatetto è stato ritrovato ormai privo di vita oggi all’interno della fabbrica abbandonata Kurly Kate che si trova in via del Pantanaccio a Latina

Sul posto a metà della mattinata di oggi si sono recati gli operatori sanitari del 118 che al loro arrivo non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo il cui cuore aveva ormai smesso di battere, e gli agenti della Squadra Volante del capoluogo che ancora sono a lavoro per cercare di risalire all’identità della vittima.

Stando alle prime informazioni che sono circolate poche ore dopo il ritrovamento del cadavere, si dovrebbe trattare di un uomo di nazionalità polacca che con ogni probabilità potrebbe aver cercato un riparo di fortuna all’interno del sito dismesso.

Questo, però, non sarebbe bastato a proteggerlo dalle gelide temperature. Anche se ancora non sono state chiarite le cause del decesso, secondo le prime indiscrezioni il clochard potrebbe essere morto a causa del freddo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se così fosse si tratterebbe della seconda vittima di questa tremenda e straordinaria ondata di maltempo che, pur se con proporzioni minori, ha colpito anche la provincia pontina nelle ultime due settimane. Nella mattinata di ieri un pensionato di 66 anni di Sezze, purtroppo, ha perso la vita proprio mentre stava cercando di spalare via la neve dalla strada antistante il suo cancello di casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento