Discarica abusiva di eternit a Fondi, maxi sequestro della finanza

Sigilli ad un terreno di 10mila metri quadrati con 10 fabbricati con coperture in eternit; scoperti altri rifiuti "pericolosi": lastre di amianto accatastate e centinaia di barattoli di vernici

Amianto a cielo aperto. È questa la scoperta che i finanzieri della compagnia di Fondi hanno fatto un paio di giorni fa nei pressi di un’area industriale abbandonata alle spalle della stazione ferroviaria locale.

Ad attirare la loro attenzione erano state una ventina di lastre di eternit parzialmente bruciate, forse per un maldestro tentativo di smaltimento, ritrovate nei pressi di un cassonetto poco distante dalla zona.

E durante un controllo effettuato mercoledì scorso, le fiamme gialle hanno scoperto su un terreno di oltre 10mila metri quadrati 10 fabbricati industriali coperti ancora da lastre di eternit. Nel corso del controllo e della verifica dei luoghi, condotta insieme al responsabile della società proprietaria del sito, in liquidazione dal 2006, è stato anche riscontrato l’avvenuto crollo di una struttura, implosa su se stessa sotto il peso della tettoia in eternit.

Ma le verifiche dei finanzieri hanno permesso di fare anche un’altra atroce scoperta; infatti, oltre alle coperture dei capannoni, sono state anche ritrovate numerose lastre di amianto accatastate, unitamente a centinaia di barattoli di vernici. Tutto il materiale rinvenuto, classificato come rifiuto pericoloso, per il quale sono previste speciali procedure di smaltimento e bonifica, era stato abbandonato a cielo aperto e senza alcun riguardo per i rischi ambientali e di salute pubblica.

Per questo l’intera area industriale è stata sottoposta a sequestro ed il rappresentante legale della società, un 65enne del luogo, è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Latina per abbandono e deposito incontrollato di rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli accertamenti, tuttora in corso, saranno orientati, oltre all’individuazione di eventuali ulteriori responsabili, al prioritario smaltimento dei rifiuti abbandonati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

Torna su
LatinaToday è in caricamento