Tagli ai servizi sociali, niente colonie estive per i disabili

La denuncia del consigliere del Pd De Marchis: "Pesanti ripercussioni della mancata approvazione del bilancio comunale sui servizi sociali"

Giorgio De Marchis, capogruppo del Pd in Consiglio comunale

Niente colonie estive per i disabili. La denuncia è del capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Giorgio De Marchis.

“Come consuetudine anche questo anno il Comune di Latina insieme alla struttura dei servizi sociali arriva alla fine di giugno senza aver programmato la realizzazione delle colonie estive per i disabili - commenta De Marchis -. Ogni anno ci si ritrova davanti alle stesse problematiche malgrado il sindaco Di Giorgi e l’assessore Fanti in più occasioni abbiano sostenuto, sottolineato e rimarcato il fatto che questi programmi non sarebbero stati abbandonati dal Comune di Latina.

“Partite nel lontano 2004 – commenta il consigliere del Pd -, le colonie estive per i disabili rappresentano un punto importante di erogazione di servizi sociali e di assistenza alla famiglia che non merita di finire ogni anno nel limbo dei servizi da tagliare. Riconosciamo al sindaco Di Giorgi di essere stato l’ideatore delle colonie estive per i disabili nel Comune di Latina, e proprio per questo ci risulta ancor più difficile capire perché questo servizio non possa essere programmato per tempo”.

Un servizio, come spiega ancora De Marchis “che risolve molti problemi alle famiglie con figli disabili e allo stesso tempo sostiene tanti operatori della Universiis costretti a stare a casa nei mesi estivi a zero ore senza alcun tipo di ammortizzatore sociale”.

“Chiederò al sindaco Di Giorgi di riflettere bene su quanto è stato deciso nell’ambito dell’assessorato ai servizi sociali ripristinando il servizio – sostiene De Marchis -. Scontiamo in questa fase gli effetti negativi del ritardo del bilancio di previsione che non può essere approvato a causa dei soliti problemi legati al servizio di raccolta dei rifiuti. A pagare l’alto costo della cattiva politica amministrativa sono i servizi sociali e soprattutto coloro che usufruiscono dei servizi che subiscono ogni anno tagli e ridimensionamenti. Se avessimo approvato il bilancio di previsione per tempo oggi avremmo trovato i fondi per finanziare le colonie estive per i disabili e non ci saremmo trovati per l’ennesima volta a fare i conti con i tagli del servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

Torna su
LatinaToday è in caricamento