Sezze ancora a rischio black-out idrico, il Comune corre ai ripari

Acqualatina, di nuovo ai ferri corti con la Dondi, minaccia di chiudere il flusso proveniente dalle Sardellane. Nuova ordinanza del sindaco Campoli e domani Consiglio straordinario

A Sezze scatta di nuovo l’allarme: se la Dondi non pagherà il debito maturato con Acqualatina entro mercoledì prossimo, 4 luglio, il gestore unico dell’Ato4 tornerà a chiudere le manopole dell’impianto delle Sardellane riducendo il flusso diretto al centro lepino. E i cittadini setini, spettatori (paganti) ma impotenti della vicenda, che già subiscono le carenze di un acquedotto ridotto a colabrodo, rischiano nuovamente pesanti conseguenze.

Lo scontro con la Dondi e le difficoltà della società di viale Nervi, che mantiene la linea dura, si ripercuotono duramente sui rapporti con il Comune, il quale ha deciso di rispondere convocando per domani mattina - domenica - alle 9 un consiglio comunale straordianrio per affrontare la questione. E oggi il sindaco Campoli dovrebbe emanare nuovamente un’ordinanza di precetto nei confronti di Acqualatina e della Dondi.

"La decisione di convocare un consiglio comunale straordinario - spiega l’amministrazione in una nota - è stata assunta nel tardo pomeriggio di venerdì dall’intera maggioranza a seguito della comunicazione pervenuta da Acqualatina in risposta alla nota della Dondi e alla richiesta avanzata dal sindaco Andrea Campoli di ripristino del flusso idrico. La grave carenza idrica che sta causando notevoli e ingravescenti disagi alla popolazione setina, impone l’adozione di misure straordinarie che potranno essere assunte già dalla giornata di domani sabato 30 giugno (oggi per il lettore, ndr)".

L’amministrazione si trova nella difficile situazione di provare a mediare la trattativa tra i due gestori (Acqualatina reclama da Dondi il pagamento di un debito di 1,4 milioni di euro) e di garantire un servizio fondamentale come quello idrico, la cui mancanza rischia di esasperare fasce della popolazione. "La convocazione del consiglio comunale straordinario - conclude la nota del Comune - ha l’obiettivo di rendere edotta la cittadinanza delle responsabilità di tale grave e inaudita situazione e delle concrete misure che il sindaco, la Giunta e il Consiglio comunale adotteranno a tutela dei sacrosanti diritti dei nostri concittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

Torna su
LatinaToday è in caricamento