Migranti modelli per un giorno: a Latina nasce il marchio K, made in Italy africano

L'iniziativa della cooperativa Karibu per l'integrazione dei richiedenti asilo. Ieri, domenica 6 maggio, il casting al centro commerciale Latina Fiori

Un casting per selezionare ragazze e ragazzi che sfileranno in occasione di un evento speciale: il lancio del marchio K, un made in Italy africano ideato dai richiedenti asilo della cooperativa Karibu.

Ieri, domenica 6 maggio, al centro commerciale  Latina Fiori, si è tenuta la selezione ad opera della giuria composta dalla sindaca di Roccagorga Carla Amici e da quella di Roccasecca Barbara Petroni. Insieme a loro la giornalista Roberta Sottoriva e la scrittrice Teresa Buongiorno. Saranno in 20, il primo giugno prossimo, a sfilare in Piazza del Popolo, a Latina, per l'evento "Sotto le stelle.. oltre il confine". 

In occasione della sfilata parteciperanno due marchi di moda africani: verrà presentata la nuova collazione K Mare 2018 e poi le creazioni di alta moda Bazem'se, di unìimportant stilista proveniente dal Burkina Faso. Ad indossare e a presentare al pubblico gli abiti saranno proprio i modelli selezionati ieri tra i richiedenti asilo e gli italiani che hanno partecipato al casting di domenica.

L'appuntamento di domenica è stato quindi un'occasione importante di integrazione tra i popoli e un momento di scambio, con l'obittivo di costruire poco a poco una comunità giovanile che vada oltre i confini razziali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento