Rio Martino, sgomberate le barche. Sit in di protesta degli "Amici del mare"

L'operazione della Questura è scattata questa mattina con l'ausilio della Capitaneria di porto. Un uomo ha minacciato di darsi fuoco ed è stato necessario l'intervento dei vigili e delle forze dell'ordine

Un nuovo sgombero nel canale di Rio Martino. Questa mattina il personale della Questura di Latina insieme alla Squadra nautica di Terracina, al reparto mobile, alla Capitaneria di Porto, ai carabinieri e ai vigili del fuoco, ha proceduto alle operazioni di sgombero del porto canale di Rio Martino.

Da giugno scorso il canale è stato interessato da lavori straordinari finalizzati alla riqualificazione e a questo scopo l’Ufficio circondariale marittimo di Terracina aveva emesso una specifica ordinanza che disponeva il divieto di approdo e di navigazione su questo specchio d’acqua.

Nonostante l’ordinanza e i divieti erano però ormeggiate circa una ventina di barche. L’associazione Amici del mare ha organizzato un sit in di protesta davanti al canale che si protrae da circa un mese.

Questa mattina si è reso quindi necessario uno sgombero e la rimozione forzata di dieci natanti. Durante le operazioni, un uomo a bordo di un'imbarcazione ha minacciato di darsi fuoco con del liquido infiammabile. Sul posto si è reso necessario l'intervento di una squadra di vigili del fuoco e delle forze dell'ordine che hanno parlato con l'uomo riportandolo alla calma.

L'operazione si è conlcusa nel tardo pomeriggio; secondo il bilancio complessivo della Questura, sono 23 i natanti rimossi.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento