L'ex dirigente Aldo Doria porta in tribunale sindaco e giunta: udienza il 21 dicembre

Nei giorni scorsi notificato l'avviso a comparire per il primo cittadino Damiano Coletta: "Valuterò l’eventuale opportunità di tutelarci con un’azione legale per calunnia"

Il sindaco di Latina Damiano Coletta, alcuni assessori della Giunta di prima nomina, la segreteria geneale e un funzionario compariranno, il 21 dicembre prossimo, davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina. Nei giorni scorsi è stato notificato l'avviso per l'udienza fissata dal gip in Camera di Consiglio.

Il caso, per il quale sono chiamati a comparire il sindaco e tutti gli altri soggetti destinatari dello stesso avviso di notifica, riguarda un'azione penale promossa dall'ex dirigente del servizio Attività produttive, turismo e trasporti Aldo Doria. 

Il sindaco e la segretaria generale dell'ente hanno già dato mandato ai propri legali di predisporre tutti gli atti necessari all'acquisizione del fascicolo penale depositato presso il tribunale, in cui è presente il capo di imputazione.

"L’udienza in Camera di Consiglio è stata fissata, come mi hanno spiegato gli avvocati, dopo una richiesta di archiviazione formulata dal pubblico ministero e la successiva opposizione del denunciante - spiega il sindaco Coletta - Non conosco i contenuti dell’azione giudiziaria nata da una denuncia dell’ex dirigente, ma rappresenterò con serenità le motivazioni delle scelte operate dall’amministrazione, che l’ex dirigente non ha condiviso, nella convinzione di aver agito per il bene della città con correttezza, trasparenza e nel rispetto delle regole. Valuterò insieme alla Giunta e al segretario generale l’eventuale opportunità di tutelarci con un’azione legale per calunnia nei confronti dell’ex dirigente". 

E' possibile che l'udienza si riferisca a un esposto presentato un anno fa dall'ex dirigente. Un esposto contro il sindaco, gli assessori, il segretario generale e il funzionario del Comune per falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atto pubblico. In particolare, aveva contestato nel suo esposto che la giunta comunale aveva forzato la mano nel Peg, il Piano economico di gestione, anticipando il termine per affidare il nuovo servizio di trasporto pubblico locale. Il termine era già stato invece fissato da Doria al 31 dicembre e il dirigente aveva specificato che il mancato raggiungimento dell'obiettivo lo avrebbe penalizzato nel suo servizio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento