Sospeso il servizio di raccolta rifiuti, il sindaco lancia l'allarme alla Regione

Ieri sera la comunicazione era arrivata dalla Rida Ambiente che gestisce l'impianto di recupero di Aprilia. Coletta: "Si rischia emergenza igienico sanitaria. Al lavoro per trovare soluzioni"

Immediata sospensione del servizio di trattamento e recupero dei rifiuti urbani indifferenziati per i comuni che conferiscono nell’impianto di Aprilia. Lo ha comunicato ieri la Rida Ambiente. E ora, con un’emergenza annunciata, sul caso interviene il sindaco di Latina Damiano Coletta, che ha detto di aver preso contatti immediati con l’assessore all’Ambiente della Regione Lazio Mauro Buschini.

“L’assessore – ha spiegato Coletta – proprio questa mattina mi ha comunicato che sta provvedendo a trovare una soluzione per evitare alle città interessate situazioni di emergenza igienico sanitaria causate da cumuli di rifiuti abbandonati sui marciapiedi e dalle temperature elevate che si stanno registrando in questi giorni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I curatori fallimentari della Latina Ambiente hanno infatti comunicato alla città l’interruzione della raccolta indifferenziata. Coletta precisa che questa condizione non dipende dal Comune di Latina, “ma riguarda – spiega – i rapporti tra Rida e Regione. Insieme agli altri comuni della provincia che conferiscono nella discarica di Aprilia subiamo le conseguenze di questo disservizio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

Torna su
LatinaToday è in caricamento