Piazza di spaccio “in famiglia” a Torre Annunziata, in tre arrestati a Latina

I carabinieri hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare in carcere. Marito, moglie e fratello presi a Latina dove si erano da poco trasferiti

Sono stati arrestati a Latina dove si erano trasferiti da poco un uomo di 39 anni, la moglie 49enne e il fratello 43enne finiti nella rete dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, e indagati a vario titolo per concorso in detenzione e spaccio di stupefacenti. I militari della sezione operativa hanno dato esecuzione a Latina alle tre ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina. 

Le indagini condotte nei mesi di settembre e ottobre, scrive NapoliToday, sono partite dall'arresto in flagranza del 39enne e di sua moglie, sorpresi in possesso di tre grammi di cocaina, nove di crack, di uno spinello di marijuana e di materiale per il confezionamento degli stupefacenti. Sono state le successive verifiche a permettere ai carabinieri di individuare il giro degli acquirenti e comprendere le modalità di spaccio, ricostruendo così il funzionamento di una prolifica piazza “casalinga” all'interno dello storico rione Provolera. 

Gli acquirenti erano soliti acquistare lo stupefacente direttamente presso l'abitazione degli indagati; la droga già pronta era occultata in diversi nascondigli ricavati nelle pertinenze della casa. Le cessioni avvenivano in modo rapido e in un contesto ambientale di difficile penetrazione da parte delle forze dell'ordine. 

I carabinieri, attraverso ripetuti appostamenti, sono riusciti a documentare oltre 50 compravendite. Per tutti e tre gli arrestati è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Ordinano condizionatori e pagano solo l'acconto: la merce era in un deposito in provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento