Spari ai migranti con pistola ad aria compressa: identificati e denunciati tre ragazzi di 23 anni

Concluse le indagini dei carabinieri. I tre ragazzi di Latina sono accusati di lesioni con finalità di discriminazione razziale

Sono stati identificati e rintracciati i responsabili dell'aggressione ai due richiedenti asilo avvenuta mercoledì scorso a Latina Scalo. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Latina hanno portato ad identificare tre giovani di 23 anni, del capoluogo, ora denunciati a piede libero per lesioni con finalità di discriminazione razziale.

I tre, a bordo di un'Alfa Giulietta, intorno alle 19,30 del 10 luglio scorso, stavano percorrendo via della Stazione, a Latina Scalo, quando hanno individuato un gruppo di richiedenti asilo che era in attesa dell'autobus. L'auto ha rallentato e dall'interno sono partiti alcuni colpi da una pistola ad aria compressa che era stata caricata con pallini di gomma. I colpi hanno raggiunto e ferito due migranti di nazionalità nigeriana, di 19 e 26 anni. Entrambi se la sono cavata con alcuni ematomi ma quanto è accaduto li ha terrorrizzati. 

Subito dopo l'episodio alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto un'auto scura che si allontanava. Una foto scattata con il telefonino ha messo poi i carabinieri sulla pista giusta. Nell'immagine non si distingueva bene il numero di targa ma la sagoma della vettura. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento