Anniversario della strage di Capaci, il sindaco Coletta ricorda il giudice Falcone

Un mazzo di fiori deposto sulle lapidi nel parco Falcone e Borsellino dedicato ai due giudici barbaramente uccisi dalla mafia

Anche Latina ricorda oggi il giudice Giovanni Falcone barbaramente ucciso dalla mafia il 23 maggio di 27 anni. 

Erano le 17.56 del 23 maggio del 1992, l’attentato sull'autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci: nella terribile esplosione persero la vita oltre al giudice Giovanni Falcone, anche la moglie Francesca Morvillo che viaggiava con lui, e i membri della scorta del giudice, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

E’ doveroso ricordare e tenere viva la memoria di quel terribile 23 maggio e di una figura simbolo della lotta alla mafia. Il sindaco di Latina, Damiano Coletta, ha deposto oggi un mazzo di fiori sulle lapidi del parco Falcone Borsellino, che due anni fa è stato intitolato proprio ai due giudici antimafia uccisi nelle stragi del 1992. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una foto del giudice Giovanni Falcone è stata postata dal sindaco Damiano Coletta anche su Twitter. “‘L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa. Ecco, il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio ma incoscienza’. Mi piace ricordare Giovanni Falcone con le sue stesse parole” ha scritto il primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

Torna su
LatinaToday è in caricamento